Vittorio Sgarbi visita il “Presepe ritrovato” di Londonio ed esclama: eccezionale

Accompagnato dal vicepresidente Carlo Borghetti, il critico d’arte ha poi visitato anche il bassorilievo in terracotta  sulla “Natività con Angeli”

MILANO – Il “presepe ritrovato” di Francesco Londonio, capolavoro d’arte sacra del XVIII secolo esposto a Palazzo Pirelli fino al 10 gennaio attira l’attenzione anche di un importante critico d’arte come Vittorio Sgarbi. Presente a una iniziativa della Giunta regionale, Sgarbi, avuta notizia che al Pirellone era esposto il presepe di Londonio,  ha voluto visitarlo. Accompagnato dal vicepresidente Carlo Borghetti, ha passato in rassegna tutti i pannelli espositivi che raccontano come è nata la raffigurazione della natività di Landonio, probabilmente  uno dei pochi presepi settecenteschi lombardi di questo tipo, per poi soffermarsi compiaciuto davanti all’opera. “Eccezionale”, ha detto Sgarbi, complimentandosi poi con il vicepresidente Borghetti per l’iniziativa assunta dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale che ha permesso la realizzazione della mostra. Sgarbi ha poi visitato anche la “Natività con Angeli”, un altorilievo in terracotta del Museo Diocesano Carlo Maria Martini anche lui esposto a Palazzo Pirelli.

Nelle foto alcuni momenti della visita di Sgarbi a Palazzo Pirelli con il vicepresidente Carlo Borghetti

Su