Vero o Falso? Al Museo per diventare scienziati

A Modena  la storia  delle figurine da fine Ottocento tra visioni fantastiche e anticipazioni del futuro 

Falsi miti e verità scientifiche: in un percorso interattivo attraverso il mondo della figurina  il visitatore può trasformarsi  in uno scienziato e scoprire com’è complesso il cammino della ricerca. Anche perché, come affermava nell’800 lo scrittore visionario Jules Verne, sono spesso gli errori portare alla verità.

Così, allo scopo di scoprire come scienza e tecnologia abbiano rivoluzionato la nostra vita a partire dall’evoluzione dei prodotti, degli strumenti e dei contenitori in dotazione alle farmacie a partire dalla fine del XIX secolo, la Mostra “ Vero o falso ?, Le figurine sotto la lente d’ingrandimento della scienza”  al Museo della Figurina di Modena, aperta fino al 24 febbraio.

La mostra, a cura di Pleiadi Emilia e prodotta da Fondazione moderna arti visive,  consente di effettuare esperimenti, osservare reperti straordinari, come un contenitore di polvere lunare, e oggetti tridimensionali selezionati allo scopo di avvalorare o smentire gli elementi che emergono dal mondo della figurina. Si può così scoprire il trucco del letto a chiodi del fachiro o se è più ricco di vitamina C un arancio o un peperone.

Il percorso espositivo si articola in tre ambiti: medicina, alimentazione e ambiente. Il primo riguarda i contenuti pubblicitari delle figurine storiche che sponsorizzavano. prodotti farmaceutici, spesso tenuti segreti, messi in relazione con le nozioni oggi consolidate. Nel campo dell’alimentazione vengono documentati  prodotti allora innovativi  come estratti di carne, amari e varie versioni di cioccolato le cui virtù, spesso mitizzate, erano illustrate nel retro delle figurine. Quanto all’ambiente si smascherano storie fantasiose di animali, piante straordinarie e mondi extraterrestri.

Attenzione particolare anche alle “Visioni Oniriche” di fine Ottocento, sempre documentate dalle figurine – casa-mobile , foto-telefono, macchina che elimina il maltempo – alcune delle quali poi si sono avverate.

La sezione “Magia o Scienza ?” infine illustra fenomeni naturali oggi comprensibili con il linguaggio della scienza mentre altre figurine scoprono  trucchi, illusioni ottiche e cinematografiche di molti esperimenti ludici E’ inoltre possibile spiegare le incredibili potenzialità di alcuni insetti che richiamano le imprese dei supereroi delle attuali saghe cinematografiche e televisive.

Raffaele Biglia

*

*

Su