Una legge intelligente, finalmente

L’onorevole Pierantonio Zanettin, il 19 febbraio 2019, ha depositato il disegno di legge n. 1607 “Disposizioni per il riconoscimento degli alunni con alto potenziale cognitivo, l’adozione di piani didattici personalizzati e la formazione del personale scolastico”. Human Ingenium, in particolare Ermelinda Maulucci e la sottoscritta, ha stilato questo disegno, che va ora sostenuto affinché diventi operativo. L’Italia è uno dei pochi paesi che non riconosce ufficialmente l’esistenza delle differenze individuali nella capacità di apprendimento. Di fatto, gli allievi ad alto potenziale non sono generalmente riconosciuti, neppure dagli insegnanti, e, nelle nostre classi ad altissima inclusione, devono annoiarsi a lezioni limitate, a ripetizioni di nozioni già comprese, e soprattutto alla non comprensione sia da parte degli insegnanti, sia da parte dei compagni, con cui spesso hanno poco in comune.

Il disegno di legge rappresenta l’autorizzazione a riconoscere anche a loro esistenza e diritto a pari opportunità di apprendimento. Sento dire che alcuni vorrebbero inserirli fra i BES (Bisogni Educativi Speciali). I BES sono dedicati a chi ha difficoltà di apprendimento. Considerare gli allievi ad alto potenziale  intellettivo fra i disturbi di apprendimento è come dire che, poverino, Dante Alighieri sarebbe stato fra questi. Bisogna invece semplicemente dare agli insegnanti una formazione adeguata e prevedere, oltre agli insegnanti di sostegno, quelli di “slancio”.

Buona fortuna quindi al disegno di legge che l’Onorevole Zanettin ha depositato, dimostrando competenza e anche coraggio, e con esso, buona fortuna agli allievi molto intelligenti, che sono la speranza della nazione. Che non sia, come vediamo oggi è, ignorata.

Federica Mormando

psicanalista e psichiatra

 

http://www.camera.it/leg18/126?tab=&leg=18&idDocumento=1607&sede=&tipo=

1 Commento;

  1. Antonia tosco said:

    Finalmente qualcuno si sta occupando seriamente e con dedizione dei “Plusdotati ” , fino ad ieri ignorati , che rappresentano un grande e futuro patrimonio per lo sviluppo del Paese !

*

*

Su