Un simposio internazionale per scoprire le sfide dell’hospital design e dell’urban health, al Politecnico il futuro è healthy

Dal 28 al 30 marzo il Politecnico di Milano ospiterà il primo Symposium Europeo dell’International Academy for Design & Health, associazione internazionale di carattere multidisciplinare che si occupa di diffondere le buone pratiche per la progettazione di architetture per la salute e città sane. Le evoluzioni della pratica medica, delle conoscenze tecnologiche e dei modelli sociali portano infatti ad interrogarsi sulla relazione tra salute e ambiente costruito, spazi di cura e spazi di vita all’interno della città e delle sue architetture. L’International Academy for Design & Health è un’istituzione no profit di carattere multidisciplinare fondata nel 1997 e il suo gruppo di lavoro Europeo che coinvolge architetti, progettisti, ricercatori, ingegneri, medici, manager è parte attiva in queste trasformazioni. Il Symposium Europeo ha l’obiettivo di creare una piattaforma di dibattito multidisciplinare per identificare i trend e le sfide che le discipline dell’Hospital Design e l’Urban Health dovranno affrontare nei prossimi anni.

Lo scopo del convegno, patrocinato dal Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano, è diffondere gli avanzamenti scientifici più recenti tra le associazioni, istituzioni e aziende nazionali ed internazionali che a diverso livello si occupano del rapporto tra ambiente costruito e salute, per poter individuare strumenti operativi e strategici per il futuro. Sono previste due sessioni: Salutogenic Hospital Design e Urban Health, oltre che una pre-conference aperta a tutti gli interessati dedicata alle istituzioni e associazioni nazionali ed internazionali. Tra i keynote speakers saranno presenti l’architetto Cino Zucchi, l’architetto spagnolo Albert De Pineda esperto di progettazione ospedaliera e la dottoressa Natasha Azzoppardi Muscat presidente dell’associazione europea di sanità pubblica EUPHA (European Association of Public Health) ed è stato invitato l’architetto Stefano Boeri.

La pre-conferenza di giovedì 28 marzo in Aula Magna è aperta al pubblico mentre è possibile registrarsi ai lavori di venerdì 29 e sabato 30 marzo sul sito web dell’evento. Il convegno è patrocinato da diverse associazioni e istituzioni del settore e per i partecipanti sono riconosciuti Crediti Formativi Professionali (CFP) dal Consiglio Nazionale Ingegneri (5 CFP venerdì 29 e 4 CFP sabato 30) e dall’Ordine Architetti PPC Lombardia (8 CFP venerdì 29 e 6 CFP sabato 30).

Su