Tutto pronto per il Radicepura Garden Festival di Giarre

Venerdì 21 aprile, ore 10.00, al via la prima edizione dell'evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo promosso dalla Fondazione Radicepura

CATANIA – Conto alla rovescia per l’inizio del Radicepura Garden Festival, il primo evento internazionale dedicato al garden design e all’architettura del paesaggio del Mediterraneo promosso dalla Fondazione Radicepura e coordinato dal direttore artistico Pablo Georgieff. L’appuntamento con il taglio del nastro è fissato per venerdì 21 aprile 2017, ore 10.00, in via Fogazzaro 19, presso il parco botanico Radicepura a Giarre.Amity Perspective

All’inaugurazione interverranno – oltre a Venerando e Mario Faro rispettivamente presidente e vice della Fondazione Radicepura – il vescovo di Acireale monsignor Antonino Raspanti, il sottosegretario di Stato alle Politiche agricole e forestali del Mipaaf Giuseppe Castiglione, l’assessore regionale al Turismo Anthony Emanuele Barbagallo, il sindaco della Città metropolitana di Catania Enzo Bianco, il sindaco di Giarre Angelo D’Anna e il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo.

“Essenza Mediterranea” è il tema che accompagnerà i visitatori del festival che fino al 21 ottobre 2017 avranno la possibilità di scoprire i quattordici giardini realizzati grazie all’opera di quattro garden designer di fama internazionale e da giovani paesaggisti selezionati con un bando internazionale, realizzati appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5000 varietà. Un paesaggio che farà da cornice all’arte, alla musica, al cinema, alla didattica e all’informazione che vedrà protagonista il mondo della cultura, della botanica, dell’architettura, della fotografia, e dell’enogastronomia.

Jardin de MantilleSi entrerà sin da subito nel vivo delle iniziative in programma: dopo la cerimonia inaugurale, alle 11.30, si terrà l’incontro dal titolo “Il giardino facile: per un giardino sostenibile nel clima mediterraneo”, conversazione tra Paolo Pejrone (architetto italiano specializzato in giardinaggio e progettazione paesaggistica), Michael Péna (Architetto del paesaggio) e Emanuela Rosa-Clot (direttrice di Gardenia). Mentre nel pomeriggio due appuntamenti: alle 15.00 “Storia di un’amicizia”, in cui la designer Kamelia Bin Zaal dialogherà con Sarah Eberle (presidente di giuria e medaglia d’oro per il “Viking Cruises Mekong Garden); alle 16.00, l’incontro “Piante rare e autoctone siciliane”, conversazione tra James Basson e Antonia Cristaudo. Si continua sabato 22 aprile alle 16.00 con il dialogo tra Francois Abelanet (architetto, poeta, decoratore e appassionato di land art, che ha firmato l’installazione Anamorphose) e il grande artista Alfio Bonanno. Domenica 23 aprile alle 11.30 appuntamento con “Arte, giardino, moda”, conversazione tra Stefano Passerotti e la stilista Marella Ferrera, mentre lunedì 24 aprile si terrà il workshop di fotografia a cura di Marianne Majerus.

Su