Turismo, in Campania itinerari gratuiti per scoprire bellezze nascoste e aiutare i bambini malati di tumore

Dal 21 al 23 febbraio saranno offerti gratuitamente tour per grandi e piccini nei luoghi più affascinanti di Napoli, Salerno e provincia per sostenere l’AGOP (Associazione genitori oncologia pediatrica)

Le guide turistiche campane in sostegno dei bambini malati di tumore. In occasione della Giornata internazionale della guida turistica del 21 febbraio infatti verranno offerte gratuitamente 47 guide, distribuite in tre giorni, nei luoghi più affascinanti della Regione per contribuire alla causa dell’AGOP, Associazione genitori oncologia pediatrica.

In un paese come l’Italia la guida turistica svolge un ruolo chiave per far conoscere la bellezza dei territori grazie anche a conoscenze multidisciplinari approfondite e grande passione. In Campania in occasione di questa iniziativa gran parte degli itinerari offerti sono stati scelti per avvicinare le persone a luoghi poco noti o valorizzati.

A Napoli molti tour che conducono alla riscoperta di quartieri, strade, edifici, musei. Percorsi che vanno da Palazzo Sanfelice e dello Spagnuolo alla Sanità fino a Palazzo Como dell’”illuminato” Gaetano Filangieri, da palazzo Zevaillos in via Toledo, con la mostra su ‘Rubens, Van Dick e Ribera’, fino a palazzo Reale. Da Pizzofalcone e le rampe Young, dal quartiere di Chiaja, dal Vomero con il suo Liberty, alla colorata Pignasecca dove si scopriranno le meraviglie di capolavori inaspettati presso l’ospedale gestito dall’Arciconfraternita dei Pellegrini. Si percorreranno i luoghi del santo patrono di Napoli e verranno svelati i “Fatti e misfatti” di Piazza Mercato. Non manca il racconto della città-set cinematografico con la visita L’oro di Napoli, passeggiando dentro un film. Nel segno dell’integrazione torna anche quest’anno il percorso A spasso per le piazze della Napoli monumentale dedicata alla comunità russa, ucraina e bielorussa.

Sono previste poi una serie di visite a dimensione di bambino. Quella al Maschio Angioino è la più sentita perché è dedicata proprio alle famiglie AGOP: per l’occasione saranno aperti, eccezionalmente e a titolo gratuito, solo per i bambini e ragazzi seguiti nel reparto di Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Università “Luigi Vanvitelli”, anche i sotterranei del Castello. Tour per i più piccoli sono previsti per il centro storico fino a Cappella San Severo, sulle tracce di Caravaggio nel Pio Monte della Misericordia, e anche una caccia al tesoro al Museo Filangieri.

Altre visite riguardano luoghi della provincia di Napoli. In tre giorni diversi si propone un ‘gran tour’ dei Campi Flegrei da Pozzuoli a Baia a Cuma. Mentre vengono proposti anche luoghi meno noti, ma non meno belli, dell’archeologia campana come la Piscina Mirabilis di Bacoli, la villa di Poppea a Torre Annunziata, la villa San Marco dell’antica Stabiae e il museo di Pithecusae a Ischia.  A Cimitile, invece, saranno due le visite al complesso delle basiliche paleocristiane. Nel Casertano si è voluto dare voce alle meraviglie della Campania Felix con la visita al Museo Provinciale Campano che ospita le famose ‘madri’ in pietra. A Salerno il tour ruota tra la cattedrale, la cripta di San Matteo e il Museo Diocesano, mentre sono due i percorsi in provincia: a Paestum con la visita “il Santuario Meridionale e le decorazioni policrome” e nel museo archeologico di Pontecagnano, dove per l’occasione sarà aperta la tomba della donna con l’ombrellino, in un viaggio nell’Universo femminile di Pontecagnano tra divinità, principesse e vita quotidiana.

 Le visite guidate sono gratuite ma il biglietto d’ingresso dei luoghi d’arte, se previsto, è a carico dei partecipanti che potranno lasciare un’offerta in sostegno dell’AGOP.

Raffaele Biglia

*

*

Su