Team Novo Nordisk, presentata a Milano la prima squadra di ciclisti professionisti con diabete

Tra i ciclisti ci sono due italiani: Andrea Peron, ormai da 7 stagioni con il team, e Umberto Poli al suo terzo anno, colpiti dal diabete a 16 anni e diventati ciclisti professionisti

MILANO – Si è svolta questa mattina, a Palazzo Lombardia, alla presenza dell’assessore regionale allo Sport e Giovani Martina Cambiaghi, la conferenza stampa di presentazione del Team Novo Nordisk, la prima squadra al mondo di ciclisti professionisti con diabete, che sarà impegnata per il quinto anno consecutivo alla Milano-Sanremo, al via domani, sabato 23 marzo. Tra gli atleti ci sono due italiani: Andrea Peron, ormai da 7 stagioni con il team, e Umberto Poli al suo terzo anno,
colpiti dal diabete a 16 anni e diventati ciclisti professionisti.

“L’esperienza del Team Novo Nordisk – ha dichiarato l’assessore Cambiaghi – racconta che lo sport vince su tutto. È più forte di una patologia come il diabete. Rende  possibile realizzare la ferrea volontà di correre in bicicletta. È più cocciuto di chi ti dice che, a 16 anni, non potrai mai realizzare i tuoi sogni e, contro ogni avversità, permette, come accaduto agli atleti Andrea Peron e Umberto Poli, prima, di diventare professionisti e, poi di partecipare alla classica di primavera, la Milano-Sanremo. Un modello positivo che, dallo sport professionistico, raggiunge tutta la popolazione. Attraverso il programma ‘Cities Changing Diabetes’ questo modello si fa promotore di sani e corretti stili di vita e la forza e il coraggio degli atleti diventano una testimonianza d’eccellenza”.

Un momento della presentazione della squadra

Gli atleti del team saranno ‘Ambassador’ del progetto ‘Cities Changing Diabetes’, che si propone di incoraggiare le persone a condurre uno stile di vita sano per combattere il diabete nelle città. Nel mondo il diabete colpisce 425 milioni di persone, oltre 3 milioni solo in Italia. Secondo i dati ISTAT 2017, in Lombardia ci sono 468.000 persone con la malattia. Vivere in un’area urbana si accompagna, infatti, a cambiamenti sostanziali degli stili di vita: mutano le abitudini alimentari e il modo di vivere, i lavori diventano sempre più sedentari, l’attività fisica diminuisce, motivo per cui si parla ormai di ‘diabete urbano’.

Dal suo esordio, nel dicembre 2012, il team Novo Nordisk ha partecipato a oltre 180 gare, ha corso decine di migliaia di chilometri attraverso più di 30 Paesi, incontrando e ispirando milioni di persone con diabete in tutto il mondo. La stagione 2018 ha portato i migliori risultati conseguiti fino a oggi: 11 volte tra i primi cinque e sul podio in sette occasioni. Il team è composto da oltre cento atleti, provenienti da ogni parte del mondo, tutti ammalati di diabete, e comprende, oltre al team maschile di ciclisti professionisti: un team femminile, triatleti, podisti.
I ciclisti professionisti del Team Novo Nordisk per il 2019 sono: Mehdi Benhamouda (Francia), Sam Brand (Regno Unito), Fabio Calabria (Australia), Stephen Clancy (Irlanda), Declan Irvine (Australia), Oliver Behringer (Svizzera), Joonas Henttala (Finlandia), Brian Kamstra (Paesi Bassi), David Lozano (Spagna), Peter Kusztor (Ungheria), Emanuel Mini (Argentina), Andrea Peron (Italia), Charles Planet (Francia), Umberto Poli (Italia), Sam Munday (Australia), Ulugbek Saidov (Uzbekistan).

Nella foto Martina Cambiaghi con i due atleti italiani del Team Novo Nordisk, Andrea Peron e Umberto Poli.

Su