Sorrento, assegnato un premio alla carriera al fotografo Giuseppe Leone

Il meritato riconoscimento all'artista internazionale di Ragusa che con Sciascia, Consolo e Bufalino ha raccontato bellezze e contraddizioni della Sicilia. Successo per la  mostra fotografica dedicata ai 60 anni di attività

SORRENTO  – È stato consegnato a Sorrento un premio alla carriera a Giuseppe Leone, il fotografo internazionale di Ragusa che con Sciascia, Consolo e Bufalino ha raccontato bellezze e contraddizioni della Sicilia. Si è conclusa inoltre con grande successo la mostra dedicata ai 60 anni del fotografo siciliano di fama internazional, “Carnet de Voyage: dal Barocco al Neorealismo”, allestita al Museo Correale di Sorrento, di cui il 9 giugno è avvenuto  il finissage.

La kermesse, con produzione del Premio “Penisola Sorrentina Arturo Esposito, curatela di Filippo Merola e Emanuela Alfano, e direzione artistica di Peppe Leone, ha esplorato le forme e le tecniche di rappresentazione del paesaggio meridionale, in particolar modo, quello siciliano, e dell’antropologia umana e culturale attraverso diciotto fotogrammi, che vanno dagli anni ’50 ad oggi.

Contributi fotografici che hanno raccontato non soltanto le esperienze dirette, una sorta di Carnet de Voyage, ma anche quelle relative all’analisi della complessità culturale attraverso gli strumenti offerti dalla fotografia in bianco e nero, intesa come linguaggio e non semplicemente come tecnica.

“La fotografia e l’atto di scattare comporta sempre una scelta: l’occhio, la testa e la sensibilità permettono al reale di sublimarsi e di restare nella memoria imprimendosi su un fotogramma” dichiara l’artista siciliano che nel suo viaggio artistico-letterario si è accompagnato ad intellettuali come Antonino Uccello, Danilo Dolci, Leonardo Sciascia, Vincenzo Consolo, Gesualdo Bufalino.

Il tema, di ampio respiro, della mostra, patrocinata dal Comune di Sorrento e dall’Assessorato al turismo della Regione Campania,  ha riguardato l’esperienza del “viaggio” umano, fisico, geografico, sociologico, storiografico, raccontato attraverso un linguaggio che metta in evidenza il rapporto tra il soggetto indagante e il paesaggio.

Su