Sony World Photography Awards, sei italiani tra i finalisti

Le premiazioni del prestigioso concorso di fotografia, giunto alla dodicesima edizione, si terranno a Londra il 17 aprile. Gli scatti vincenti saranno esposti nella capitale inglese, in Giappone, Germania e Italia

Sei giovani fotografi italiani sono finalisti al concorso Sony World Photography Awards 2019, un evento unico per mostrare a un pubblico globale scatti memorabili.

Alessandro Grassani e Filippo Gobbato sono presenti nella categoria “Sport”, Massimo Giovannini è stato selezionato per “Ritratti”, Federico Borella per  “Documentaria” e il duo formato da Jean-Marc Caimi e Valentina Piccinni nella sezione “Scoperta”. I finalisti si sfideranno ora per vincere la categoria scelta e per aggiudicarsi il titolo di Fotografo dell’anno, che sarà assegnato il prossimo 17 aprile.

Gli scatti vincenti saranno pubblicati sul catalogo annuale dei Sony World Photography Awards e tutte le opere, sia finaliste che vincitrici, saranno esposte dal 18 aprile al 6 maggio 2019 a Londra, nella mostra dedicata al concorso di quest’anno, per poi intraprendere un tour globale che toccherà anche Giappone, Italia e Germania.

“I lavori giunti alla finale del concorso Professionisti hanno suscitato dibattito e interesse tra i giurati. Gli stimolanti spunti concettuali e la contrapposizione di immagini hanno accostato nuove narrative a uno storytelling più tradizionale. Per molti versi, è stato l’anno più impegnativo e controverso di sempre per l’alto livello della competizione”, ha dichiarato il fotografo Mike Trow, presidente della giuria del concorso di quest’anno.

Promossi dalla World Photography Organisation e acclamati in tutto il mondo, i Sony World Photography Awards rappresentano uno degli appuntamenti più importanti per il settore fotografico internazionale. Gli Award, tra le più ampie e prestigiose competizioni fotografiche globali, celebrano e promuovono ogni anno le migliori espressioni dell’arte fotografica contemporanea, realizzate l’anno precedente nell’ambito di una varietà di generi.

 

Raffaele Biglia

*

*

Su