Sergio Mattarella a Milano inaugura il nuovo Campus Humanitas University

La struttura ospiterà docenti, ricercatori e 1200 studenti provenienti da 31 Paesi

L’occasione è stata, l’avvio dell’anno accademico 2017-2018 e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha inaugurato così il Nuovo Campus Humanitas University, la facoltà internazionale di Medicina e Chirurgia, Infermieristica e Fisioterapia presso l’Humanitas Research Hospital. Questi alcuni passaggi del discorso del presidente Mattarella:  “La ricerca è il punto di maggiore sottolineatura che vorrei fare. La ricerca accompagna la storia, la nostra vita. I frutti della ricerca sul fronte della medicina – ma su qualunque altro fronte della convivenza – hanno modificato e modificano continuamente le condizioni di vita. Ogni anno la ricerca va alla caccia dell’ignoto, ne conquista un segmento e stimola ulteriori passi in avanti.” Forte anche il richiamo all’impegno di Governo, Regione e Comune, affinché Ema (Agenzia europea  del farmaco) giunga nel capoluogo lombardo per consentire a questa città un ulteriore passo avanti nel protagonismo in tutta Europa. Presenti alla cerimonia anche il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuseppe Sala oltre i sindaci di Rozzano e Pieve Emanuele Barbara Agogliati e Paolo Festa. Mentre per Humanitas University sono intervenuti il presidente Gianfelice Rocca, il rettore Marco Montorsi, il prorettore alla Ricerca Alberto Mantovani, in rappresentanza degli studenti Javiera Ali. Ma com’è nello specifico il nuovo Campus di Rozzano progettato dall’architetto Filippo Taidelli dello studio FTA ? Il campus è composto di 3 nuovi edifici di circa 25 mila mq, all’avanguardia per i contenuti didattici e la sostenibilità ambientale in classe energetica CENED A3.  Gli spazi sono stati concepiti secondo i più moderni standard in termini di tecnologia e comfort ambientale. Nel complesso saranno ospitati 1200 studenti provenienti da 31 paesi nel mondo, oltre docenti e  ricercatori, ci sarà un Simulation Lab di 2.000 metri quadrati tra i più tecnologici e grandi d’Europa, aule high-tech, biblioteca digitale e residence. Il costo complessivo dell’investimento è stato di circa 100 milioni di euro. Infine, per l’estate 2018 è prevista una residenza universitaria di 8mila mq con 240 posti letto che sarà a disposizione di studenti e ricercatori.

Filippo Taidelli

“La presenza del presidente della Repubblica, qui oggi, ci onora e riconosce il giusto prestigio a un Ateneo che in poco tempo si e’ inserito nel già ricco panorama universitario regionale da protagonista, per qualità della ricerca, prestigio accademico ed eccellenza nella ricerca scientifica, in stretto collegamento con l’omonimo IRCCS, tra i migliori Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico d’Italia“. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, durante il suo intervento alla cerimonia di inaugurazione del nuovo Campus e dell’anno accademico di Humanitas University, alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

“Sono veramente lieto – ha affermato il governatore – di partecipare oggi a questa inaugurazione, estremamente importante per l’intero territorio lombardo. Una giornata, che testimonia ancora una volta l’impegno di Humanitas nel contribuire allo sviluppo del sistema della conoscenza lombardo e del suo modello sanitario all’avanguardia. Il sistema sanitario lombardo, infatti è riconosciuto in Italia e all’estero, come un modello innovativo, che ha saputo coniugare risultati importanti nel campo della ricerca medica e clinica, con parametri elevati di efficacia ed efficienza nelle prestazioni ai cittadini. Nel 2015 – ha ricordato – è iniziata una nuova fase, che ha portato ad una evoluzione del sistema sanitario lombardo: un cambiamento di paradigma, dal ‘curare’ al ‘prendersi cura’, che ha come obiettivo principale adattare il nostro sistema al mutato contesto sociale e demografico, penso al graduale invecchiamento della popolazione e la necessità di rispondere in maniera più efficace al problema della cronicità”.
All’interno di questa evoluzione, ha evidenziato Maroni, “un ruolo centrale hanno proprio le Università, gli IRCCS e tutti i poli più avanzati nel campo della ricerca e dell’innovazione. Essi – ha affermato – rappresentano per il sistema sanitario regionale un’occasione importante di qualificazione e aggiornamento continuo, attraverso la ricerca applicata alla cura, la formazione e la specializzazione di medici e personale sanitario. Lo sviluppo delle professionalità, infatti, è un asset fondamentale per la qualità del nostro sistema sanitario. E l’investimento di Humanitas per la creazione, alle porte di Milano, di un Ateneo e un nuovo Campus all’avanguardia dedicato alle Scienze Mediche è un passo davvero importante verso la realizzazione di questo obiettivo comune: garantire salute e benessere a tutti i cittadini lombardi e a tutte le persone che sceglieranno di affidare le proprie speranze di guarigione all’eccellenza del sistema sanitario lombardo”.

La vocazione all’innovazione in Lombardia, soprattutto nel campo della salute, ha fatto notare il presidente lombardo, “ha già portato a raggiungere livelli di assoluta eccellenza: ben 7 IRCCS lombardi si collocano nei primi
10 posti per qualita’ delle prestazioni; la Lombardia conta il 50% delle sperimentazioni cliniche in Italia; la Lombardia è al 2° posto nell’Unione europea (dopo la Germania) per la produzione farmaceutica”.

All’inaugurazione ha partecipato anche il presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo che ha dichiarato: “Grande apprezzamento per l’inaugurazione del nuovo Campus Humanitas: questo è un esempio efficace del modello Lombardia che grazie alle scelte compiute in questi anni ha permesso di creare un efficiente ecosistema sanitario basato sulla sinergia tra pubblico privato e la libertà di scelta di cittadino. Questo è il frutto di una precisa direzione che ha permesso che si sviluppassero in Lombardia centri di eccellenza a disposizione di tutti i cittadini”.

Manuelita Lupo

Nella foto il Nuovo Campus Humanitas University, il presidente Sergio Mattarella e Filippo Taidelli

 

 

 

 

*

*

Su