Roma, al Teatro Trastevere si improvvisa con Le domeniche degli Appiccicaticci

ROMA – Domenica 9 dicembre, in seconda serata alle 21 e alle 22:15, al Teatro Trastevere di Roma tornano le domeniche degli “Appiccicaticci”: ossia due spettacoli nella stessa serata completamente improvvisati .
Gli Appiccicaticci sono totalmente irresponsabili: come molti sanno infatti, quello degli “Appiccicaticci” è un cast di attori che non recitano mai, ma improvvisano con più di 200 repliche all’attivo, anche se chiamarle repliche è superfluo visto che tutto nasce sul momento.
Gli Appiccicaticci amano definirsi “un mix fra geni e imbecilli”, e questo “è il loro lato positivo”
Si esibiranno, per l’appunto, in due spettacoli. Il primo si intitola “Luigi. Una Parola.Due attori. 60 minuti”
“Luigi” è uno spettacolo unico nel suo genere, che vi farà ridere, piangere, riflettere, sognare e soprattutto stupire.
C’è tutta la magia del momento, che nasce dal nulla.
C’è un solo spunto e qualcosa come “sessantaminutisessanta”  di improvvisazione senza sosta, senza una pausa o un’interruzione. Ma soprattutto ha una caratteristica tutta sua: gli attori sono solo 2, ma non sempre gli stessi 2. Saranno inevitabili pertanto i virtuosismi tecnici e la conseguente grandissima prova attoriale, che ripercorrerà più di 40 spettacoli, tutti giocati con improvvisatori provenienti da tutta Italia e Europa.
Il secondo spettacolo proposto sarà il “Marzullo. Lo spettacolo a notte fonda”
“Marzullo” è lo spettacolo della notte, il secondo show prima di andare a dormire dove tutto è lecito, tutto è inedito.
Ogni Domenica dopo “Luigi”, ci sarà uno spettacolo inedito e il “Marzullo” è proprio questo: uno spettacolo per chi ama far tardi, dove ogni improvvisazione è lecita e dove potete aspettarvi di tutto….”fatevi una domanda, noi vi daremo la risposta”. Improvvisata…ovvio!

Maria Luisa Cesetti 

*

*

Su