Regione Lombardia, per la sanità lombarda stanziati 100 milioni

MILANO – “Regione Lombardia continua a investire in campo sanitario stanziando altri 100 milioni di euro che arrivano dall’assestamento al bilancio 2017 – 2019, risorse che destiniamo all’ammodernamento delle strutture sanitarie e che si vanno ad aggiungere ai 200 milioni che abbiamo già destinato alle infrastrutture e all’attuazione della riforma sanitaria. Si tratta di una misura assolutamente unica dal Dopoguerra ad oggi, nessuna regione italiana infatti ha mai investito così tante risorse proprie nell’edilizia sanitaria“.

Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera commentando la delibera “Determinazioni in ordine ai criteri e agli ambiti per l’utilizzo dei fondi di investimento resi disponibili dalla legge regionale di assestamento al bilancio per l’esercizio finanziario 2017-2019”, approvata oggi dalla Giunta.

“Continuare a investire nell’innovazione e nell’ammodernamento della nostra rete ospedaliera – ha spiegato Gallera – è una priorità di oggi su cui intendiamo puntare anche nei prossimi anni. Con le risorse investite continueremo a potenziare gli ospedali lombardi e a migliorare la qualità delle prestazioni. Grande rilievo avrà l’accompagnamento dell’attuazione della riforma attraverso la realizzazione di progetti con vocazione territoriale (Pot, Presst, strutture territoriali, centri servizi). Le risorse che andranno ad Asst e Irccs di diritto pubblico – ha concluso – saranno prioritariamente destinate all’attuazione degli interventi già ritenuti ammissibili nell’ambito delle ricognizioni della Direzione Generale Welfare, pur considerando eventuali ulteriori priorità identificate dalle Asst e dalle Fondazioni Irccs ad integrazione delle precedenti istanze”

*

*

Su