Regione Lombardia a sostegno di ‘Earth Prize international’ per contrastare i cambiamenti climatici

MILANO –“Regione Lombardia ha deciso di sostenere ‘Earth Prize international’ perché è un’iniziativa di educazione ambientale che si colloca all’interno di una serie di iniziative a sostegno dell’ambiente promosse dalla nostra Regione. E’ fondamentale aumentare la consapevolezza di tutti sull’importanza e sulla centralità per il nostro futuro di temi come la sostenibilità e il cambiamento climatico, due aspetti specifici nel contesto dello sviluppo sostenibile. Proprio il cambiamento climatico è un tema sfidante per il nostro futuro. E’ importante che tutti noi siamo consapevoli della posta in gioco e di quali possono essere i comportamenti che  impattano  maggiormente sull’ambiente e sul clima”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, nel corso del suo intervento alla presentazione del ‘Earth Prize – Premio Luino Lago Maggiore per l’educazione ambientale e il paesaggio’ oggi a Palazzo Pirelli.

La manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, è articolata in due giorni, 12 e 13 ottobre, e prevede incontri, esposizioni, mostre, convegni, concerti, proiezioni e riconoscimenti a soggetti che si sono contraddistinti nella tematica oggetto dell’evento, con l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema del cambiamento climatico, tema scelto per l’edizione 2019 del premio.

Raffaele Cattaneo durante il suo intervento

“Partecipando a questa manifestazione – ha affermato l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo – Regione Lombardia vuole creare sinergie con gli Enti Locali al fine di sensibilizzare la popolazione sull’importanza della tutela dell’ambiente. Il premio intende valorizzare un approccio culturale alla sostenibilità, riaffermando la centralità dell’uomo e la sua capacita’ di scelta nel determinare comportamenti eco-sostenibili. Ritengo di grande importanza la crescita della consapevolezza e della responsabilità di ciascuno in iniziative concrete che promuovono azioni di tutela del patrimonio ambientale della nostra regione – ha detto Cattaneo – verso un modello di ‘ecologia integrale’, come ci ricorda Papa Francesco, che si esprime non solo nel rapporto con la natura e l’ambiente, ma anche all’interno dei rapporti sociali”.

Il tema della sostenibilità ambientale è complesso – ha sottolineato Cattaneo – e riguarda non solo l’ambiente, ma una visione più generale di sviluppo. Questo secolo dovrà necessariamente puntare allo sviluppo sostenibile. Il modello di sviluppo economico del secolo scorso e basato sull’economia lineare non è più applicabile. Dobbiamo essere in grado per primi di raccogliere la sfida dell’economia circolare, che è la chiave dello sviluppo sostenibile. Il tema del cambiamento climatico e della sostenibilità non possono essere sottovalutati ciascun livello di governo è chiamato a raggiungere degli obiettivi comuni, globali e locali. Per raggiungere i risultati sugli aspetti più critici come la sfida dei cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità dell’aria, abbiamo bisogno di implementare politiche di governance multilivello”.

Parteciperò tra dieci giorni a New York al ‘Global Forum’ – ha aggiunto l’assessore – che è dedicato proprio a cambiamenti climatici e sviluppo sostenibile; certamente sono necessari interventi a questo livello, ma tali cambiamenti sono possibili solo se si agisce anche sulle persone con azioni diffuse, capillari di educazione ambientale”. “Quindi – ha concluso Cattaneo – ben vengano iniziative come questa che aumentano la consapevolezza dei cittadini su questi temi cruciali per il nostro futuro”

*

*

Su