Regione Lombardia, 600 mila euro a disposizione dei Comuni lombardi per lavori urgenti

MILANO – “Annuncio con soddisfazione che, a seguito delle maggiori risorse stanziate con l’assestamento di bilancio, mettiamo ulteriori 600.000 euro a disposizione dei Comuni lombardi per interventi urgenti sui beni culturali. Regione Lombardia interviene ancora una volta a sostegno degli enti locali, costantemente vessati dello Stato centrale”.

Lo annuncia l’assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Cristina Cappellini, in riferimento al nuovo bando regionale ‘Interventi urgenti di valorizzazione dei beni culturali della Lombardia 2017’.

“Con questo nuovo strumento – ha spiegato l’assessore – sosteniamo interventi concreti di carattere culturale: la messa in sicurezza, la salvaguardia, la conoscenza e la valorizzazione dei beni culturali di interesse architettonico, artistico, storico, archeologico, archivistico, bibliotecario e documentario al fine di assicurarne la manutenzione, l’utilizzo, l’accessibilità e la fruizione pubblica”.

“Una delle principali caratteristiche che hanno contraddistinto il metodo di lavoro della Giunta Maroni in questi anni – ha detto ancora l’assessore – riguarda la stretta collaborazione tra istituzioni. Ciò ha dato risultati molto importanti, per cui anche questo bando e’ ispirato a una forte collaborazione con gli enti locali”.

Il bando prevede un contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese ammissibili e fino a un massimo di € 20.000. Il contributo regionale sarà erogato con le seguenti modalità: 60% entro 30 giorni dalla data di approvazione del contributo; 40% entro 30 giorni dalla data di presentazione della rendicontazione e sua validazione.

Le domande potranno essere presentate da lunedì 4 settembre. Per tutte le informazioni si può consultare il sito della Regione Lombardia (www.regione.lombardia.it ).

Su