Raid dell’Etna, in Sicilia la storia corre su quattro ruote

Presentato in conferenza stampa la XXI edizione della manifestazione, dal 23 al 29 settembre la gara per auto storiche torna in scena tra le vie dell’Isola: da Palermo a Catania con prove a cronometro e visite nei luoghi più suggestivi

CATANIA – Mille chilometri da percorrere a bordo di leggendarie auto d’epoca per scoprire, rievocare e ammirare i luoghi e le residenze nobiliari più affascinanti della Sicilia. Con la conferenza stampa di presentazione tenutasi oggi – giovedì 20 settembre – nella sala giunta di Palazzo degli Elefanti in presenza del sindaco di Catania Salvo Pogliese, è stato dato ufficialmente il via alla ventunesima edizione del Raid dell’Etna, la manifestazione che prevede il giro della Sicilia per auto storiche ideata e organizzata da Giovanni Spina e Stefano Consoli. «È un onore per me essere qui presente come sindaco – afferma Pogliese – si tratta di un’iniziativa dalla grande valenza turistica e promozionale per il nostro territorio che dura da ben ventuno anni e che riesce a richiamare intere generazioni di sportivi e appassionati da tutto il mondo».

Da sx Stefano Consoli, Salvo Pogliese e Giovanni Spina

Dal 23 al 29 settembre 2018, le strade dell’Isola regaleranno al pubblico e agli equipaggi partecipanti, sette giorni di spettacolo unico dal punto di vista motoristico, culturale e paesaggistico, celebrando così l’appuntamento più vivo e sentito del turismo motoristico sportivo d’autore.

«Una tradizione che si rinnova da oltre vent’anni – affermano i patron dell’iniziativa – che anche quest’anno darà luogo a un’edizione di puro spirito mototuristico. Gli 80 equipaggi iscritti si affronteranno in una avvincente e alquanto tecnica gara di regolarità. Non mancheranno poi momenti di cultura e intrattenimento, con visite guidate nei centri storici e in alcune delle più prestigiose dimore nobiliari siciliane, per offrire un’esperienza non solo di viaggio ma anche di intrattenimento, che consentirà alle presenze internazionali di scoprire e apprezzare il nostro territorio».

Presentazione Raid dell’Etna

Le vetture d’epoca di grande valore storico, tecnico e sportivo partiranno dunque domenica 23 settembre da Palermo in occasione della “Giornata Nazionale del veicolo d’epoca” e attraverseranno, tra 60 prove cronometrate e 40 controlli orario, tutta la costa occidentale, fino ad arrivare nel cuore della città di Catania (sabato 29). Monreale, Erice, Partinico, Selinunte, Mazara del Vallo, Mazara e Trapani sono solo alcune delle località che ospiteranno il passaggio della competizione, dove appassionati e curiosi potranno ammirare dal vivo gli autentici capolavori di design e di meccanica, guidati dallo spirito sportivo dei gentleman driver provenienti da ogni parte del mondo.

Quest’anno, infatti, si registrano presenze da Stati Uniti, Colombia, Sudafrica, Inghilterra, Austria e Germania: eccezionale sarà inoltre la partecipazione di Richard Carpenter, una star della musica pop degli anni 70, membro del duo musicale The Carpenters.

Ma a celebrare il fascino di una corsa senza tempo che seduce intere generazioni sono proprio loro: le auto d’epoca, protagoniste assolute di questo ventunesimo giro della Sicilia del Raid dell’Etna. Un tributo alla storia dell’automobilismo italiano e internazionale che racconterà su strada, le vetture più rappresentative prodotte dagli anni Quaranta fino ai giorni nostri. Nella rassegna non mancherà infine il “Porsche Tribute” con la presenza di numerosi modelli della storica casa automobilistica tedesca.

Su