Raccolta fondi per la birra autoctona lombarda

Il microbirrificio casalingo "Doppiobaffo" coltiva e utilizza le materie prime necessarie a produrre una bevanda non solo a Km0 ma a misura di territorio

Il microbirrificio casalingo “Doppiobaffo”, di Pieve Emanuele, produce già un’ottima birra utilizzando materie a km0 ma derivanti da piante e semi distribuiti comunemente sui mercati agricoli generalisti.
La qualità della birra è riconosciuta da estimatori e anche da alcune realtà distributive, come ad esempio Eataly Milano, molto attente alla naturalezza dei produttori posti in vendita.
Proprio durante una esposizione di birre “Doppiobaffo” presso il punto vendita Eataly, è scaturita l’idea di voler produrre non solo a Km0 ma con materie prime autoctone che un tempo nascevano e crescevano in maniera selvaggia nei campi del Parco Agricolo Sud Milano.
Parliamo di tipologie di orzo, grano, luppolo e altre piante che contribuiscono a trasmettere alla birra le proprie caratteristiche e i propri sapori tipici della terra in cui sono nate e cresciute spontaneamente per anni.
Lo scopo della raccolta fondi è quello di seguire il sogno di poter coltivare e utilizzare le materie prime necessarie a produrre una birra non solo a Km0 ma a misura di territorio. E’ iniziata lunedì 12 settembre e terminerà sabato 22 ottobre 2016 la raccolta fondi pubblica tramite la piattaforma di crowdfunding www.eppela.com (https://www.eppela.com/it/projects/8526-birrificio-doppiobaffo-ricerca-semi-autoctoni-lombardi)
L’Associazione Cascina delle Idee, di Corsico, ha progettato e proposto al microbirrificio Doppiobaffo un piano di finanziamento pubblico che prevede la richiesta di aiuto e di condivisione al popolo del web attraverso la piattaforma di crowdfunding www.eppela.com.
Il raggiungimento dell’obiettivo di raccolta fondi servirà a finanziare uno studio di fattibilità per la ricerca, la selezione e la produzione delle materie prime autoctone che concorreranno alla realizzazione della birra “Doppiobaffo” a ChilometroZero (Km0) Autoctona del Parco Agricolo Sud Milano.
Per fare tutto questo abbiamo bisogno dell’aiuto concreto di tutte le persone sensibili alle problematiche ambientali, alla genuinità e alla qualità del cibo e delle bevande che giornalmente vengono consumate.
Per non caricare in maniera eccessiva il nostro terreno di colture bisognose di trattamenti molto particolari per adattarsi e crescere, vogliamo provare a coltivare proprio quelle piante autoctone che non richiedono altro che crescere naturalmente sul loro terreno di sempre.
Si sente, quindi, il bisogno di selezionare i semi autoctoni del territorio del sud milanese; semi adatti alla crescita sana e sostenibile in quanto perfettamente integrati e compatibili al nostro sistema agricolo, climatico ed ambientale. Semi e piante che un tempo nascevano spontaneamente nei nostri campi.

La “Cascina delle Idee” e il “Microbirrificio Doppiobaffo” chiedono il sostegno economico e l’incoraggiamento morale delle persone sensibili al bene ambientale e sognatrici. Anche una piccola donazione potrà essere utile. Per sostenere il progetto “BIRRIFICIO DOPPIOBAFFO RICERCA SEMI AUTOCTONI LOMBARDI” basterà effettuare una donazione tra le 10 offerte possibili. Ad ogni tipologia di donazione corrisponde un premio di ringraziamento che verrà spedito a casa dei donatori alla fine della campagna di raccolta fondi.

Dietro al progetto “Ricerca e selezione di piante e semi autoctoni lombardi” ci sono persone che sognano, che amano e che vogliono tornare ai sapori e ai profumi “autentici” della propria terra.
“Cascina delle Idee” è una associazione di volontariato con scopo sociale, di ricerca e sviluppo attraverso la valorizzazione del territorio. Organizza eventi, convegni, degustazioni, mostre espositive di produttori dell’eccellenza enogastronomica. Attraverso la comunicazione, l’innovazione tecnologica, la presenza su web e sui social assicura una capillare presenza che permette ai produttori dell’eccellenza locale di farsi conoscere e farsi apprezzare. Le persone che ci mettono anima ed impegno sono: Mina, Marco, Paolo, Raffaella e Mario con il sostegno di altri soci sognatori come loro.
MicroBirrificio Doppiobaffo, nasce nel 2007 come microbirrificio casalingo nella cantina anni ’60 dello zio Angiuleto. Egli stesso ha trasmesso, a Mauro e Yeshe, l’amore e la passione per la terra ed i suoi frutti ed è proprio da questi valori che nascono le prime sperimentazioni “Doppiobaffo”. Nel 2010, con l’ausilio di un piccolo impianto da 1hl completamente in acciaio, nascono le basi delle vere produzioni studiate nei singoli dettagli che ne determinano le caratteristiche distintive di ogni creazione.

A sostegno degli obiettivi del microbirrificio artigianale di giungere a coltivare le materie prime con terreni e semi autoctoni del Parco Agricolo e produrre una birra dalla qualità territoriale è stato attivato un progetto di crowdfunding.
Attraverso la piattaforma di raccolta fondi www.eppela.com è attivo il progetto di raccolta fondi pubblica per la “Ricerca e la selezione di semi autoctoni lombardi”.
I fondi serviranno a coprire parte dell’investimento che il Birrificio Doppiobaffo ha intenzione di intraprendere per raggiungere l’obiettivo di selezionare e coltivare in proprio tutte le materie prime che serviranno a produrre una Birra dal gusto e dalla storia territoriale del sud milanese.
Il Parco Agricolo SUD Milano possiede un ottimo potenziale e i suoi terreni sono altamente vocati alla coltivazione di orzo, avena e luppolo. La zona del Parco SUD Milano ha tutte le potenzialità per poter dare alla nostra birra un gusto unico, irripetibile, e decisamente “territoriale”.

Lara Francesca Caroprese

Su