Prorogata al 20 gennaio la mostra di Virgilio Carnisio “Milano 1961-1971”

È stata prorogata fino a domenica 20 gennaio al MuFoCo di Villa Ghirlanda a Cinisello Balsamo, l’apertura della mostra personale dell’autore Virgilio Carnisio, le cui opere sono recentemente entrate a far parte del patrimonio del Museo di Fotografia Contemporanea.
Con la mostra Virgilio Carnisio. Milano 1961-1971 vengono presentate al pubblico oltre 40 immagini di Carnisio, la cui ricerca nel corso degli anni si è concentrata prevalentemente sulla documentazione di Milano: i suoi cortili, le sue case di ringhiera, le osterie, i negozi. Con determinazione e affetto, Virgilio Carnisio per anni ha percorso la città raccontando luoghi e situazioni che stavano scomparendo di fronte alla veloce trasformazione urbana e sociale imposta dal boom economico. Un classico reportage in bianco e nero è il linguaggio espressivo attraverso cui Virgilio Carnisio restituisce un ritratto della sua città natale, fissando scorci, volti e mestieri.

Virgilio Carnisio (Milano, 1938) si avvicina alla fotografia nei primi anni Sessanta con l’urgenza di fissare quei luoghi che stavano scomparendo nella sua città, Milano. Inizia un lavoro di documentazione analitica del capoluogo lombardo che tutt’oggi prosegue osservando le radicali trasformazioni in atto nella città. Della fotografia non ha mai fatto una professione, che avrebbe sentito costrittiva, e continua a fotografare ancora oggi per passione. Nel corso degli anni prosegue e affina la sua ricerca nell’ambito del reportage in bianconero di impostazione prevalentemente sociale, indagando diverse realtà, quali la Valsesia, l’Italia, l’Europa, l’Asia, fino all’America. Autore di 28 libri fotografici, ha esposto in oltre 100 mostre collettive e 190 mostre personali in Italia ed all’estero ed è stato recensito sui principali quotidiani e su varie riviste. Le sue fotografie fanno parte di collezioni pubbliche e private.

In contemporanea è visitabile una seconda mostra nella sede del MUFOCO di Villa Ghirlanda: Me Museo. Le fotografie del cuore, è l’esito di un progetto che per un anno ha coinvolto cittadini e appassionati di fotografia in un percorso di incontro, scoperta e formazione sulle collezioni fotografiche del Museo. In veste di nuovi curatori, i partecipanti hanno selezionato un’immagine in modo libero, a seconda dei propri ricordi, emozioni, desideri, accompagnandola a un proprio racconto personale. Il percorso espositivo, composto da immagini e parole, presenta una galleria di fotografie, ricordi e suggestioni che restituiscono una lettura intima, individuale e allo stesso tempo universale, del patrimonio fotografico del Museo.

Le mostre intrecciano due delle linee di ricerca principali del Museo: la valorizzazione del patrimonio fotografico, dai fondi più recenti a quelli raccolti contestualmente alla nascita del Museo nel 2004 e la realizzazione di percorsi di arte partecipata che prevedono un coinvolgimento attivo del territorio.

Virgilio Carnisio. Milano 1961-1971
25 novembre 2018 – 20 gennaio 2019

 

Su