Presentata a Roma la nuova Porsche 911, fascino e appeal senza tempo

Grande successo per la presentazione a Roma il 14 marzo della nuova Porsche 911 Time-less machine, presso il Prati Bus District, un evento luxury e fashion firmato Monica Mattei Events per Autocentri Balduina Centri Porsche di Roma.

Filippo Firli e Giuditta Arecco durante la presentazione

Oltre 800 invitati per una serata da ricordare per impatto, effetti e per calorosa accoglienza dei fratelli Cappella, Andrea, Giacomo, Simona e Michela che hanno ricevuto i numerosi Vip, giornalisti, imprenditori, sportivi e appassionati del marchio Porsche

Tanti i giornalisti, blogger e vip presenti a questo tanto atteso appuntamento nella capitale come Domenico Fortunato, un attore molto amato dal pubblico e le splendide Demetra Hampton, Maria Monsè, la ex miss Italia Nadia Bengala, la show girl e attrice Antonella Elia, il giornalista Rai Max Lazzari, Mauro Massimiliano Calandra Autore sigle RAI ed Editor, la giornalista/conduttrice Sky Barbara Castellani, l’ambasciatore del Messico Jeorge Luis Hidalgo, l’ex capitano della Lazio Stefano Mauri con la fidanzata, Luigi Di Biagio allenatore della Nazionale under 21, l’editore Gio’ di Giorgio, la scrittrice Anna Silvia Angelini, il maestro Gianni Mazza, il campione di scherma Stefano Pantano, la blogger Elenia Scarsella, la modella Elisabetta Viaggi.

La Porsche 1965

Ad aprire la serata due speaker d’eccezione, tra i migliori nel panorama radiofonico italiano, Filippo Firli e Giuditta Arecco di Rds che si sono improvvisati presentatori regalando al pubblico una divertentissima gag.

Una serata davvero magica, durante la quale si sono potute apprezzare le sette serie delle generazioni precedenti Porsche 911, tutte esposte, a partire da modelli del 1965 fino ad arrivare ai giorni nostri.

Ma protagonista indiscussa, regina dell’eleganza è stata la nuova Porsche 911, un’emozione vederla apparire – svelata tra la musica e applausi del pubblico.

Molto apprezzato il design della Porsche 911, che unisce tradizione e modernità, la silhouette ha stupito tutti, con il suo design senza tempo.

E’ un’auto moderna, lo si intuisce soprattutto dalla parte posteriore disegnata in modo preciso, chiaro ed energico. Il lunotto appare allungato visivamente e prosegue quasi senza soluzione di continuità nella griglia in colore nero del cofano, al cui interno è disposta verticalmente la terza luce stop. Immediatamente sotto, si trova la fascia di raccordo luminosa tra le luci tridimensionali con tecnica a LED e la nuova scritta del modello in colore argento chiaro. La parte inferiore del paraurti posteriore circonda i nuovi terminali di scarico dell’impianto sportivo.

Il look è particolarmente atletico anche grazie alle ruote posteriori e anteriori di diverse dimensioni. Vista anteriormente, racconta il suo passato e rivela anche molto sul suo futuro. I passaruota sono particolarmente pronunciati e sottolineano la forma energica e il DNA del design. Il cofano di nuova configurazione, con i due caratteristici rilievi laterali e il taglio dritto dell’apertura sul paraurti, è un omaggio ai modelli 911 delle prime generazioni. Nei fari principali con luce diurna a 4 punti e negli anabbaglianti viene utilizzata la moderna tecnica LED. La telecamera e i sensori dei sistemi comfort e assistenza sono integrati nella parte inferiore del paraurti. La chiarezza della configurazione della nuova 911 è presente anche nei dettagli. Gli specchi retrovisori esterni di nuova progettazione hanno un taglio marcato, mentre le maniglie delle porte, incorporate nella carrozzeria, si inseriscono in modo armonioso nell’estetica della vettura. In generale, grazie anche a questi dettagli, il profilo della nuova 911 è ancora più compatto, raffinato e tecnico.

Su