Porsche Carrera Cup Italia, la Motorsport a Monza chiude in bellezza

Un finale thrilling, con l’autunnale nebbia del Parco di Monza a far da scenario all’ultimo appuntamento della Porsche Carrera Cup Italia, che non ha deluso le aspettative regalando due gare ricche di emozioni e colpi di scena.
In casa Dinamic Motorsport, la stagione si è conclusa con un bellissimo doppio risultato firmato da Mattia Drudi e Luca Pastorelli: il giovane riminese, al rientro nella serie tricolore proprio sul circuito che lo vide protagonista un mese fa nella Porsche Supercup, non ha deluso le aspettative ponendosi sempre tra i protagonisti, culminato con un 2° posto in Gara 1 (dopo una accesa ma correttissima lotta con il neo campione Rovera) e la vittoria in Gara 2, dopo aver fatto segnare il giro più veloce in entrambe. A far compagnia a Drudi sul podio assoluto nella seconda manche la vera sorpresa del fine settimana brianzolo, Luca Pastorelli: dopo aver conquistato il 6° posto assoluto in Gara 1 e la vittoria tra i piloti della Michelin Cup, il modenese si è ripetuto con la conquista del secondo successo tra i gentlemen in Gara 2, nonché classificandosi 3° assoluto dopo essere partito dalla pole position. Una chiusura di stagione più che positiva per Dinamic Motorsport nel più importante monomarca italiano, che nella classifica finale vede Gianmarco
Quaresmini quale miglior pilota per la squadra di Reggio Emilia: il giovane bresciano a Monza non è riuscito a siglare la tripletta dopo le vittorie di Imola e Mugello, chiudendo ai piedi del podio in Gara 2 dopo una bella lotta con Fulgenzi, mentre nella prima un tamponamento al via lo aveva tolto anzitempo dalla battaglia. Un “risultato” a posizioni inverte con Francesca Linossi, quarta al traguardo in Gara 1 mentre in Gara 2 la simpatica lombarda ha dovuto alzare bandiera bianca per un contatto che l’ha vista incolpevole protagonista in Parabolica quando si è ritrovata la Porsche di Pera in testacoda proprio dinanzi a sé, episodio che l’ha privata di un altro risultato nella Top 5. Doppio podio nella Michelin Cup per un sempre coriaceo Alex De Giacomi, che sul tracciato di casa ha nuovamente mostrato quel feeling con la 991 GT3 Cup in grado di farlo esaltare tra le chicane, cogliendo un risultato che in parte lo riscatta dalla delusione di aver dovuto cedere lo scettro di campione di classe. Weekend nero per Ronnie Valori: dopo l’incidente dovuto ad una incomprensione con un altro pilota in qualifica, che ha chiamato i meccanici di Dinamic Motorsport ad un intenso lavoro nella giornata di sabato, in Gara 1 il pilota di Saronno ha visto nella stessa curva lo sfortunato epilogo a tre giri dalla bandiera a scacchi, quando non ha potuto evitare l’impatto con la Porsche di Fulgenzi, finitagli in testacoda davanti senza possibilità di evitarla, con i danni riportati troppo ingenti da consentirgli di prendere il via nella seconda manche.
“Sono contento, è stato un bel fine settimana questo di Monza. In Gara 1, speravo di sorprendere Alessio al via – ha detto Mattia Drudi – ma in realtà siamo partiti esattamente allo stesso modo, poi forse avevo un passo leggermente migliore del suo ma non volevo rischiare un contatto che avrebbe potuto rovinargli il campionato, ci ho provato solo quando ero sicuro e c’era del margine. In Gara 2 la pista era insidiosa, non bagnata, ma molto scivolosa e non si è mai asciugata quando sul finale ha anche ricominciato a piovigginare. Rovera ha provato ad attaccarmi, poi, dopo il ritiro di Pera, ha controllato ed è stato tutto più semplice. Penso che alla fine abbia meritato il titolo, gli faccio i miei complimenti. È stato utile tornare al volante della 991 GT3 Cup prima di volare in Messico dove settimana prossima avremo l’ultima doppia gara della Porsche Supercup, dove chiaramente puntiamo al successo dopo aver già centrato un terzo e un secondo posto in questa stagione, è la prima volta per tutti lì e quindi partiremo tutti sullo stesso livello.”

Il podio di Gara 2 e in alto il podio di Gara 1

Francesca Linossi

Gianmarco Quaresmini

Luca Pastorelli

Mattia Drudi

Ronnie Valori

 

*

*

Su