Per i cinquant’anni dell’allunaggio sulla luna mostra di Aldo Rota alla Malpensa

Martedì 16 luglio sarà inaugurata al Terminal 1 dell’aeroporto milanese una mostra con trenta opere del maestro Aldo Rota ispirate allo spazio con video e musiche suggestive. Progetto artistico curato da Erica Tamborini

A cinquant’anni dallo storico sbarco sulla luna di Neil Armstrong, comandante della navicella spaziale Apollo 11, Malpensa ospita a partire da martedì prossimo una mostra del pittore Aldo Rota dal titolo Aldo Rota, Energy of Space.

L’esposizione, curata da Erica Tamborini,  sarà allestita nelle Club SEA Lounges del Terminal 1 dell’Aeroporto di Milano Malpensa, un luogo che si impone sempre più come polo culturale in grado di coniugare istanze territoriali e internazionali.

 Fino al 30 novembre i viaggiatori saranno accolti da questa mostra che propone una serie di dipinti selezionati dai reiterati cicli che negli ultimi anni il maestro Aldo Rota ha dedicato all’astro sidereo. Sono trenta opere pittoriche realizzate fra il 2015 e il 2019, distribuite nelle sale vip dell’aeroporto.

“Si tratta di intense ed emozionanti pitture che – spiega Erica Tamborini – sono costituite da tele di straordinario impatto visivo in virtù delle loro elaborate cromie in cui l’iconografia lunare si fa pretesto per la realizzazione di una splendida action painting dove astrazione e figurazione si fondono generando inattesi testi pittorici di indubbia valenza estetica”. 

L’evento che alle ore 11.00 del 16 luglio inaugurerà ufficialmente la mostra si propone come uno ‘happening’ che coniuga l’eccezionale concomitanza di due celebrazioni: il cinquantesimo anniversario dello storico allunaggio di Apollo 11 e la ricorrenza dei cinquecento anni della scomparsa di Leonardo da Vinci.

Nel corso dell’inaugurazione il maestro Aldo Rota presenterà un nuovo dipinto, realizzato per l’occasione: un grande trittico che da una parte condensa le sue ricerche pittoriche coronando la serie Above us dedicata alla Luna, dall’altra è un omaggio a Leonardo e alla sua Ultima cena di Santa Maria delle Grazie, a Milano.

Infine, sarà presentato un video d’autore come sintesi visiva che, unendo le immagini di Rota con le immagini e la voce che hanno annunciato in mondovisione lo sbarco sulla Luna del 1969, insisterà sul valore della comunicazione che ha giocato allora un ruolo cruciale nel veicolare nell’immaginario collettivo questo avanzamento scientifico. Il video di Erica Tamborini è stato realizzato appositamente per rendere esplicita la poetica che disciplina la manifestazione e proporre per immagini il senso dell’evento. L’idea di questo video è quella di dare piena visibilità a questo accadimento sinestetico in cui arte, musica, storia offriranno, nel misurarsi con la contemporaneità, un’inedita riflessione sulla percezione visiva come atto conoscitivo e al tempo stesso come inatteso e spaesante svelamento di un altro vedere attraverso l’incontro con l’arte. Un vedere oltre ogni possibile vedere.

Raffaele Biglia

*

*

Su