Passa da Milano l’innovazione in Italia

L’innovazione, in Italia, ma anche in Europa, secondo i dati della Camera di commercio, passa per Milano. È prima in Italia con 14 mila imprese, +3,5% in un anno e + 8% in cinque. Ai primi posti anche Roma, Torino e Napoli. In Lombardia 27 mila imprese, +2,5% in un anno, una su cinque a livello nazionale (120 mila, +2,6%). Investono in ricerca oltre 3 miliardi all’anno e danno lavoro a 33 mila addetti. Brescia, Bergamo, Monza e Varese sono tutte tra le prime 20. In Europa, la Lombardia è undicesima tra le principali regioni per spesa in R&S. Emerge da una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi sui dati del registro imprese al primo trimestre 2018, sulle imprese attive nei settori dell’innovazione – ad alto contenuto tecnologico,  nella produzione di software e consulenza informatica, architettura, ingegneria, collaudi ed analisi tecniche, commercio tramite internet, telecomunicazioni. Milano con 14 mila attività si conferma prima in Lombardia ma anche in Italia, precedendo di poco Roma ed è leader soprattutto nel settore chimico e farmaceutico. A Milano c’è una forte specializzazione nei servizi informatici, il 43% di tutte le imprese innovative, rispetto al 37% in Italia.

Martedì, 9 ottobre, convegno su “Innovazione responsabile: esperienza nell’industria 4.0” in Camera di commercio. A Palazzo Turati, Sala Consiglio, via Meravigli 9b. Innovhub SSI organizza un incontro incentrato sulle tematiche di Industria 4.0 e Innovazione Responsabile. L’obiettivo dell’evento è quello di sottolineare come le tecnologie abilitanti di Industria 4.0 possano implementare e rafforzare pratiche di innovazione responsabile. L’evento è organizzato nell’ambito del progetto Interreg ROSIE, che mira ad avvicinare le PMI al tema, agli strumenti ed alle opportunità dell’innovazione responsabile, attraverso momenti di informazione, formazione e collaborazione con gli stakeholder  e delle attività del Punto Impresa Digitale (PID) della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Innovazione in Lombardia: un settore che può contare su 27 mila imprese circa e che rappresenta oltre un quinto del totale italiano, con punte nella farmaceutica e nella chimica. La crescita in un anno è del 2,5%  e del 5,4% in cinque anni. A Milano, seguono Brescia con 2.598 imprese, Bergamo con 2.321, Monza e Brianza con 2.192 e Varese con 1.645 che si piazzano tutte tra le prime 20 italiane.

L’innovazione italiana conta 120 mila attività (+2,6%). Milano al comando con 14 mila imprese, seguita da Roma con 13 mila imprese, Torino terza con 6 mila, Napoli quarta con 5 mila e Brescia con 2.598. Superano le 2 mila attività anche Bologna, Padova, Firenze, Bari, Bergamo, Monza. Tra le prime dieci a crescere di più in un anno sono Napoli (+5%), Padova (+4%), Milano (+3,5%).

Business da 100 miliardi in Lombardia e 200 in Italia. Ammonta a circa 200 miliardi all’anno il business delle imprese del settore, di cui 100 miliardi, la metà, in Lombardia, con 77 miliardi concentrati a Milano.

Addetti: 320 mila in Lombardia su 836 mila in Italia. Per un settore che impiega 836 mila addetti a tempo pieno, di cui un 320 mila in Lombardia, prima regione, con 230 mila a Milano.

Innovhub Stazioni Sperimentali per l’Industria s.r.l. è l’Azienda interamente partecipata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi che svolge attività di ricerca applicata, consulenza tecnico-scientifica e testing industriale. Nata nel 2011 dalla unione di Innovhub con le ex-Stazioni Sperimentali per l’Industria dei settori cartario, tessile, dei combustibili e degli oli e dei grassi con l’obiettivo di far progredire la ricerca in una direzione sempre più sostenibile, si avvale di 20 laboratori scientifici e 130 esperti di ricerca e innovazione. L’aspetto tecnico-scientifico è rafforzato dalle competenze dell’Area Innovazione che fornisce servizi nell’ambito della progettazione europea e dei finanziamenti all’innovazione, con una attenzione particolare alle PMI. Innovhub SSI partecipa a numerosi progetti di R&D (impieghi avanzati di biomasse, utilizzo di materie prime alternative per la produzione di energia, imballaggi, biomateriali per applicazioni mediche, tecnologie per combustibili, etc.) ed è partner di Enterprise Europe Network. L’Azienda si articola in quattro aree tecniche dotate di attrezzature moderne e laboratori altamente specializzati: carta, cartoni e paste per carta, combustibili, oli e grassi, seta.

*

*

Su