Parrucchieri ed estetisti, un settore in continua crescita

In Lombardia sono oltre 23 mila le imprese specializzate a offrire questi servizi di cura della persona, il 16,6% sul totale italiano di 141 mila

Non c’è crisi per parrucchieri, barbieri ed estetisti, secondo la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, si registra una crescita delle imprese in Lombardia dello 0,9% mentre in Italia dell’1,2%. Nel nostro paese aumentano sensibilmente le attività gestite da stranieri (+7,4%) e donne (+1,7%)

In Lombardia sono oltre 23 mila le imprese specializzate a offrire questi servizi di cura della persona, il 16,6% sul totale italiano di 141 mila. Si contano circa 17 mila tra barbieri e parrucchieri, oltre 6 mila istituti di bellezza e 400 centri specializzati nella manicure e pedicure.

Milano è prima con oltre 7 mila attività, il 15% straniere (+1,5% le donne, +7% gli stranieri in un anno), seguita da Brescia con 3 mila, Bergamo con 2.700, Varese con 2.300 e Monza Brianza con 1.800 mentre sono Como (+1,6%) e Sondrio (+1,2%) i territori dove il settore cresce di più dal 2017. Oltre 500 le imprese a Lodi (+1%).

Un’attività in mano alle donne, che crescono dell’1,5% in un anno e in media posseggono il 69,4% delle attività (con punte del 79,2% a Sondrio e 78,1% a Cremona) contro la media italiana del 63,7% e in cui crescono soprattutto gli imprenditori nati all’estero, +8,8%, arrivando a pesare ormai quasi un’impresa su dieci (9,3%). I giovani sono il 14%.

Ha dichiarato Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Tra gli artigiani continua la crescita del settore, con una maggiore diffusione in un contesto come il nostro legato alla moda e alla cura personale”. 

Per Vincenzo Mamoli, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi: “Bene la crescita del comparto che deve essere seguita dalla crescita delle competenze per l’offerta di nuovi servizi, sempre più personalizzati e nella creatività col lo sviluppo di nuove tendenze alla moda”. 

Parrucchieri ed estetisti in Italia. Sono oltre 141 mila e crescono dell’1,2% tra 2017 e 2018. Si tratta soprattutto di parrucchieri (circa 103 mila) e istituti di bellezza (35 mila) ma ci sono anche quasi 2 mila imprese di manicure e pedicure. Il 63,7% delle imprese è a guida femminile (+1,7%), il 14% ha proprietari under 35 mentre nel 7,5% dei casi sono nati all’estero (+7,4%). Roma è prima con 9.865 imprese, +3,6% in un anno, vengono poi Milano con 7.102 imprese (+0,8%), Napoli e Torino con quasi 6 mila imprese e rispettivamente +2,7% e +0,5%. La maggior concentrazione di imprese femminili sul totale si trova ad Aosta, 83%, e Biella, 82%, il primato per le imprese giovani a Crotone (25%) e Isernia (23%), quello per le imprese straniere a Milano (15%) e Teramo (14%).

Raffaele Biglia

*

*

Su