Palermo prepara”Street Food Fest”, il meglio del cibo di strada dell’Italia e del mondo

Dibattiti sulla cultura del cibo con Clara Mennella, show cooking con Andy Luotto, Madrina la giornalista Sara Colonna, testimonial il ”poeta del gusto” Edoardo Raspelli

Una vera e propria celebrazione del cibo di strada: nel cuore di Palermo, quattro giorni dedicati alle migliori espressioni dello street food dall’Italia e dal mondo. Un percorso gastronomico ricco e variegato che si snoderà lungo via Roma, partendo dalla Stazione Centrale e arrivando fino a piazza San Domenico, piazza Sant’Anna e piazza Croce dei Vespri. Questo è il Palermo Street Food Fest che si svolgerà nel capoluogo siciliano da giovedì 20 aprile a domenica 23.

Una seconda edizione ancora più ricca e partecipata con musica, spettacoli, concerti, cooking show, laboratori e le oltre 30 diverse pietanze in degustazione: chef, cuochi, pasticceri e ristoratori provenienti dalla Sicilia, dall’Italia e dal mondo intero, faranno a gara per presentare le loro migliori proposte di cucina di strada. Tanti anche gli eventi di approfondimento culturale con talk, dibattiti e convegni, dove si racconterà il cibo di strada con golose incursioni tra storia, tradizioni, territori e identità.

Accompagneranno gli ospiti in questo viaggio goloso i protagonisti dello street food e autorevoli esperti del settore. Il “ poeta del gusto” Edoardo Raspelli, celebre giornalista e critico gastronomico, condurrà, insieme alla giornalista Sara Colonna, il talk “Identità, cultura e promozione del territorio”, un momento di dibattito e discussione sul valore dell’enogastronomia e dei prodotti tipici. Interverranno Paolo Inglese e Gianfranco Marrone, entrambi professori ordinari dell’università degli studi di Palermo, Giovanna Marano, Assessore alle attività produttive e Mario Attinasi, vicepresidente Confesercenti Sicilia.

Con Clara Mennella, vice direttore di Italia a Tavola, si esplorerà la cultura del cibo di strada nel mondo, attraverso i piatti delle comunità straniere presenti in città. “Palermo, modello di integrazione e mosaico di culture, personaggi e piatti” è il titolo del dibattito che vedrà protagonista La Consulta delle Culture e le pietanze che da anni arricchiscono il patrimonio gastronomico della città e confermano Palermo come una città di accoglienza e integrazione, anche a tavola.

Andy Luotto cuoco, attore e personaggio dello spettacolo, condurrà invece due show cooking dedicati ad alcuni celebri piatti dello street food internazionale: il Fish & Chips di 2 Duncan Knox, cuoco londinese che ne propone una delle sue più autentiche versioni , e i bratwurst accompagnati dai kraut, del tedesco Florian Justmann.

E non poteva che essere affidata al celebre conduttore tv Edoardo Raspelli anche la cerimonia di chiusura, prevista per domenica alle 20.30 dove, insieme a Nino U’ Ballerino, ormai diventato un vero e proprio ambasciatore della cucina di strada nel mondo, si esplorerà la storia del piatto simbolo dell’identità palermitana: u pani ca meusa. Si arriverà così alla consegna del “Premio Palermo Street Food Fest 2017” che verrà assegnato alla migliore pietanza degustata in questa seconda edizione. Il riconoscimento viene consegnato da Sara Colonna e da Edoardo Raspelli .

Un programma ricco di sorprese in cui si avvicenderanno chef, ristoratori, appassionati e esperti del settore. Tra questi non potranno mancare i protagonisti dello street food palermitano per antonomasia: il già citato Nino U’ Ballerino e Francesco Lelio, vera e propria pietra miliare della memoria storica della cucina di strada a Palermo. Insieme a Gioacchino Gaglio, chef del famoso ristorante “Gagini” di Palermo e Alberto Rizzo, chef del fortunato ristorante Osteria dei Vespri, si scopriranno invece le influenze della cucina di strada nell’alta cucina, tema caro anche al guest chef Francesco Fichera, con cui si approfondirà la sua idea di cucina da passeggio.

L’evento è organizzato dalla società siciliana AdMeridiem.

Su