Oculistica, Italia un Paese a rischio cecità

Che cosa gli italiani non sanno. Presentazione indagine OMS: patologia sempre più diffusa tra gli anziani, lunedì 30 ottobre hotel Four Season, via Gesù 6 Milano

Con il Patrocinio del Ministero della Salute  vengono presentati i risultati  di una grande indagine nazionale realizzata dall’Istituto di ricerca Lorien sulla conoscenza da parte della popolazione italiana sopra i 50 anni della Degenerazione Maculare Legata all’Età (DMLE).

L’indagine demoscopica precede la campagna del Mese della Prevenzione su tutto il territorio nazionale che vedrà coinvolti quindici centri oculistici di eccellenza e decine di specialisti a disposizione per visite e diagnosi gratuite. Il mese della prevenzione è coordinato dall’Ospedale San Raffaele di Milano e dal Centro Ambrosiano oftalmico (CAMO).

Nella conferenza verranno analizzati i dati attraverso i quali l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nell’ultima sessione plenaria, ha stimato che nei prossimi 30 anni la cecità causata dalla Degenerazione Maculare Legata all’Età (DMLE) subirà un aumento esponenziale, soprattutto nei Paesi più industrializzati. Tra le nazioni a maggior rischio c’è l’Italia.

 

RELATORI

Prof. Francesco Bandello – ordinario di Oftalmologia   H San Raffaele Milano

Dott. Lucio Buratto – direttore scientifico Centro Ambrosiano Oftalmico Milano

Dott. Matteo Cereda – Clinica oculistica Ospedale Sacco Milano

Nella foto il prof. Lucio Buratto

*

*

Su