Occupazione giovanile: da Capac e Scuola Superiore un aiuto concreto

Metodologie e strumentazioni didattiche all’avanguardia, come i laboratori in viale Murillo a Milano, e lo stretto legame con le imprese le chiavi del successo, secondo Simonpaolo Buongiardino

In un momento storico difficile per l’occupazione giovanile (solo il 52% ha un lavoro), arrivano dati confortanti dal polo formativo Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza per l’anno formativo 2017-2018.

Dei 10.230 allievi  che hanno partecipato ai percorsi didattici del Capac Politecnico del Commercio e del Turismo più del 70% è stato assunto, mentre gli studenti della Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni hanno avuto una media di assunzione del 59%.

Tante ore di formazione (108 mila al Capac e 38 mila alla Scuola Superiore del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni) e corsi che richiedono anche grande specializzazione, come quello in orologeria,  hanno permesso quindi ai giovani interessati al  settore terziario di avere da subito l’opportunità di inserirsi nel contesto lavorativo.

Aule, laboratori e strutture dei due centri (Milano, in viale Murillo 17)  sono stati visitati ieri dal vicepresidente di Confcommercio Lombardia e presidente del Capac Simonpaolo Buongiardino e da Melania Rizzoli, assessore a Istruzione, formazione e lavoro di Regione Lombardia.

“Capac e Scuola Superiore – ha dichiarato il vicepresidente di Confcommercio Lombardia Buongiardino – costituiscono un polo formativo regionale di eccellenza in grado di rispondere, con un alto livello di formazione professionale, alle necessità delle imprese nei vari campi nei quali siamo impegnati”.

Secondo Buongiardino, un capitolo molto importante è lo sviluppo dell’attività  nell’ ottica dell’ “Impresa 4.0” valorizzando le risorse umane e costruendo i profili professionali più richiesti dal mercato.

Melania Rizzoli, oltre ad aver espresso un apprezzamento per l’attività formativa delle due scuole, ha dichiarato:”guardiamo con grande attenzione a queste realtà formative d’eccellenza in grado di contribuire fortemente all’inserimento lavorativo di tanti giovani lombardi”.

 

Raffaele Biglia

Nella foto da sinistra Simonpaolo Buongiardino, Melania Rizzoli  e Maria Antonia Rossini

Su