Nasce Rosarium, l’app per pregare il Santo Rosario con l’Apple Watch

NAPOLI – Il mondo del cristianesimo sta per ricevere un nuovo strumento digitale per vivere al meglio la fede. Dalla prossima settimana, infatti, sarà disponibile Rosarium, una nuova appper iOS e watchOS nata all’interno dell’Apple Developer Academy di Napoli, il primo centro di formazione europeo creato da una collaborazione tra Apple e l’Università Federico II di San Giovanni a Teduccio (Napoli).

Con Rosarium sarà possibile recitare il Santo Rosario in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo in un modo nuovo ed al passo con i tempi, grazie a due dispositivi diventati fondamentali per la nostra quotidianità: lo smartphone e lo smartwatch.

La versione per Apple Watch consente di gestire lo scorrimento della tradizionale recita del Santo Rosario. Sullo schermo appariranno i ‘Misteri del giorno’ e le preghiere, con un’interfaccia grafica studiata nei particolari, dai colori al font, che aiuta a tenere traccia delle preghiere recitate, quelle correnti e quelle da recitare.

L’uso della Digital Crown (la corona digitale) dell’Apple Watch consente di riprendere la sensazione dei grani del classico rosario tra le dita e ruotandola si potrà passare da una preghiera all’altra, sapendo sempre in quale punto del Rosario ci troviamo.

L’app per iPhone invece consente di leggere tutte le preghiere. Si sostituisce al classico libricino del Rosario offrendo la possibilità di impostare una notifica quotidiana per ricordarsi di recitare il Santo Rosario. L’app supporta 4 lingue, tra cui il latino, per coinvolgere i fedeli di tutto il mondo.

Rosarium sarà disponibile gratuitamente nel corso della prossima settimana nell’App Store di tutto il mondo, compreso quello italiano.

Rosarium è stata realizzata con la consulenza del mondo ecclesiastico ed è stata sviluppata da Ciro Barbato – project manager, Vittorio Stile – designer, Mauro Romito – developer, Alfredo Rizzo – developer, Dario Abete – developer, Marco Regis – developer.

*

*

Su