Napoli, focus sui vaccini dedicato agli operatori del settore

Si terrà a  Napoli il corso sull’importanza della segnalazione delle reazioni avverse successive alla somministrazione dei vaccini: da giugno a novembre, un focus sui vaccini, dedicato agli operatori del settore con l’obiettivo di una maggiore consapevolezza anche per i genitori e coloro che devono sottoporsi alla pratica vaccinale.
Primo incontro sulle implicazioni medico – legali delle vaccinazioni: venerdì 8 giugno Sala Idelson Gnocchi, in via Pietravalle 85, a Napoli venerdì 8 giugno dalle ore 8.30 presso la Sala Idelson Gnocchi sarà inaugurato a Napoli il corso “L’importanza della segnalazione delle reazioni avverse successive alla somministrazione dei vaccini”. Esso sarà organizzato dal Dipartimento di sanità pubblica della scuola di medicina e chirurgia dell’Università degli studi di Napoli Federico II, diretto dalla profesoressa Maria Triassi e finanziato dall’UOD 08 (politica del farmaco e dispositivi della regione Campania, responsabile dott. Ugo Trama). In totale, saranno sei gli appuntamenti previsti per il corso, che si terrà da giugno a novembre. Da oltre un secolo i vaccini costituiscono la pietra miliare nella prevenzione della morbilità e mortalità di numerose malattie infettive. Tuttavia, nonostante sia stato raggiunto l’obiettivo dell’eradicazione di alcune patologie, negli ultimi anni, anche nel nostro paese  si stanno avvertendo gli effetti di un crescente e scellerato attacco contro le vaccinazioni. Esso è  finalizzato a screditare questo importante strumento di prevenzione primaria a difesa di tutta la collettività. Al fine di contrastare tale fenomeno, vi è l’esigenza di mettere in atto specifici eventi formativi come il corso sull’importanza della segnalazione delle reazioni avverse successive alla somministrazione dei vaccini, che si rivolge prevalentemente ai professionisti operanti a vari livelli in ambito vaccinale.
La professoressa Triassi, responsabile del progetto e a capo del Comitato Scientifico, afferma che “Una corretta informazione è necessaria per dar modo alla popolazione di aderire consapevolmente alla pratica vaccinale,   soprattutto tra il personale sanitario. Il primo appuntamento coinvolgerà 60 operatori di Centri Vaccinali della Regione Campania che affronteranno, con esperti del settore, il tema delle implicazioni medico-legali”. L’incontro successivo, dei sei previsti fino a novembre, è datato 29 giugno e comprenderà le strategie per il raggiungimento degli obiettivi del “Piano nazionale vaccini”

“Obiettivo del corso  – continua la professoressa Triassi – è far aumentare la consapevolezza da parte degli operatori addetti alla pratica vaccinale, ma anche dei genitori che sono troppo spesso totalmente disinformati”.

Su