Moda: Maison Signore acquisisce “Le Spose di Sofia” e lancia “Sofia Haute Couture”

L’azienda leccese entra a far parte della casa di moda leader nel bridal fashion artigianale e Made in Italy. Nel 2017 Maison Signore aveva acquisito lo storico brand di Putignano Giovanna Sbiroli

Continua la crescita di Maison Signore anche attraverso le acquisizioni, anche stavolta in terra pugliese. L’ultima operazione si chiama “Le Spose di Sofia”, azienda leccese famosa ed apprezzata per il prodotto di qualità tutto made in Italy, con una capillare penetrazione nel mercato nazionale.
A seguito della possibile chiusura dell’azienda o vendita a player internazionali del settore, Maison Signore ha rilevato l’impresa, assicurando così continuità di lavoro ai 20 dipendenti ed a tutto l’indotto.
L’azienda, guidata dall’amministratore Gino Signore si avvia a rilanciarla dopo aver operato un restyling del brand che diventa “Sofia Haute Couture” e della linea, resa più attuale e fashion oriented.

“Con l’acquisizione della Spose di Sofia- dichiara l’amministratore di Maison Signore Gino Signore – aggiungiamo un’ulteriore tassello alla nostra strategia di crescita per linee interne ed esterne: stiamo sviluppando sempre di più le nostre attività di internazionalizzazione e di crescita nei nostri mercati di riferimento sempre mantenendo salda la nostra presenza nel mercato domestico e parallelamente stiamo valutando ulteriori realtà produttive ed ulteriori brand del nostro made in Italy, artigianale e di alta qualità, da acquisire. La nuova collezione è frutto di una selezione accurata dei migliori materiali, con abiti realizzati esclusivamente nei laboratori aziendali e realizzati su misura in modo da poter esaudire i desideri e soddisfare le esigenze di ogni sposa”. 

Per Maison Signore, azienda capace di conquistare la leadership di settore nella produzione artigianale di abiti da sposa, continua così un’espansione che va di pari passo con la salvaguardia del made in Italy, in particolar modo se prodotto al Sud. In Puglia, nel 2017, Maison Signore ha già rilevato lo storico brand Giovanna Sbiroli, da oltre mezzo secolo icona nel mondo dell’alta moda sposa, aprendo un’unità produttiva a Putignano,  capitale del bridal dove si realizza più del 40% della produzione italiana del settore.

Con Sofia Haute Couture – dichiara il direttore creativo di Maison Signore Vittoria Foraboschi – in piena coerenza con lo stile dei brand di Maison Signore, la qualità italiana, fatta di materie prima d’eccellenza ma anche di eleganza e di stile, si propone alla portata di un vasto pubblico, con un grande assortimento di abiti meravigliosi che fasciano le silhouette esaltandone la femminilità. I modelli spaziano tra volumi ampi e forme sinuose e avvolgenti, per abiti dalla vestibilità essenziale e sofisticata: lavorazioni in pizzo si alternano a tessuti lasciati nudi, sobri, resi unici dal taglio e dalle linee.”

*

*

Su