Milano, presentata l’edizione 2019 del Forum dedicato all’alimentazione

Il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai rapporti internazionali, Alan Christian Rizzi, ha partecipato nel pomeriggio alla conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2019 di ‘Seeds&Chips – The global food innovation summit’, forum dedicato all’alimentazione e all’agricoltura, in programma a Milano dal 6 al 9 maggio 2019. Rizzi ha aperto e concluso l’evento che si è tenuto davanti a una prestigiosa platea, costituita da numerosi rappresentanti diplomatici, tra cui Walid Haidar, decano del Corpo consolare a Milano e console generale del Libano, oltre che da note personalità del mondo dell’industria e della finanza.

Alan Christian Rizzi

Leggendo il saluto del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, impegnato in una missione istituzionale all’estero, il sottosegretario ha detto: “Seeds&Chips contribuisce a tenere alto il livello del confronto sulle tematiche emerse durante Expo Milano 2015, rappresentandone, dunque, la naturale evoluzione. Food security e food safety, lotta allo spreco alimentare, sostenibilità del mondo agricolo: questi sono temi che la nostra Giunta regionale vuole affrontare con serietà e urgenza. Ben vengano, dunque, manifestazione come Seeds&Chips che stimolano il dibattito, attraverso il coinvolgimento di autorevoli esponenti provenienti da tutto il mondo“.  E ancora, in merito alle tendenze future: “La Lombardia è la prima regione agricola d’Italia e territorio di grande tradizione culinaria ed enogastronomica, con decine di prodotti certificati. La crescita e la prosperità del settore agroalimentare non possono, tuttavia, prescindere da elementi quali l’innovazione e la ricerca, oggi fondamentali per competere in un mercato sempre più agguerrito. Il connubio tra agroalimentare, ricerca e impresa in Lombardia è molto forte. Ne e’ un esempio il Cluster di Alta Tecnologia Agrofood Lombardia, che crea sinergie tra alcune delle maggiori Università, grandi imprese, PMI e realtà della ricerca lombarda per esplorare le nuove possibilità dell’agritech e dell’industria 4.0. Il capoluogo lombardo, inoltre, ospita il 10% delle startup del settore food d’Italia, mentre il’8,5% e’ presente nel territorio di Bergamo”. 

Con il decano del Corpo consolare e console del Libano, al 39° piano del grattacielo sede della Giunta, hanno assistito all’incontro i rappresentanti di Algeria, Australia, Bangladesh, Bosnia ed Erzegovina, Belgio, Benin, Brasile, Cina, Filippine, Finlandia, Francia, Kuwait, Lettonia, Messico, Paesi Bassi, Perù, Romania, Slovenia, Tunisia, USA e Uruguay.

Dopo il successo di Expo – ha evidenziato il sottosegretario Rizzi nel chiudere l’incontro – questa quarta edizione della manifestazione, patrocinata dalla Regione Lombardia, conferma Milano e la Lombardia come capitali mondiali del ‘food’. Eventi come questo fanno risaltare la città come punto di riferimento internazionale per le più importanti iniziative legate all’alimentazione, alle innovazioni e all’analisi dei nuovi trend del settore. Un laboratorio cosmopolita di idee e progetti dove ricerca e genialità italiana si fondono per creare nuove prospettive di sviluppo che potranno andare a beneficio della nostra economia e dell’umanità intera”.

*

*

Su