Milano, presentata a Palazzo Lombardia la mostra del Ciclo e Motociclo alla Fiera di Rho

Attilio Fontana con Andrea Dell’Orto

MILANO – Presentata questa mattina, a Palazzo Lombardia, alla presenza del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, del vice presidente Fabrizio Sala e del sottosegretario regionale ai grandi Eventi, Antonio Rossi, l’edizione 2018 di Eicma, l’esposizione internazionale del ciclo e motociclo che andrà in scena dal 6 all’11 novembre alla fiera di Rho.

Sul territorio lombardo – ha detto il presidente di Regione lombardia Attilio Fontana – si sono prodotte moto che hanno fatto la storia del motociclismo. Ringrazio Eicma che consente di esaltare questa grande tradizione lombarda e trasformare per sei giorni la nostra regione nella capitale internazionale delle due ruote. Come il Salone del Mobile, tutti gli eventi satellite realizzati all’esterno dell’esposizione contribuiscono, inoltre, ad accrescere l’attrattività di questo evento e della città di Milano”.

Antonio Rossi, a destra, con Pier Francesco Caliari

Il governatore ha poi sottolineato la grande opportunità che Eicma offre per la sensibilizzazione verso un tema importante come la mobilità sostenibile. “Questa importante manifestazione – ha affermato – ci consente di trasmettere un messaggio importante per l’utilizzo di una mobilità green, in rispetto dell’ambiente. Come Regione stiamo adottando numerose iniziative in tal senso che vanno dalla promozione dell’utilizzo delle due ruote, sia moto che bici, alla riduzione e controllo dell’utilizzo degli impianti di riscaldamento”.

Un grande evento internazionale come l’Eicma rappresenta per gli appassionati un’opportunità unica per ammirare novità e sviluppi tecnologici del settore, per le aziende italiane e per il territorio un’occasione di crescita e sviluppo anche in termini di immagine” ha commentato il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi Antonio Rossi.

Fabrizio Sala

Un salone che, da amante delle due ruote, sia a pedali sia a motore, e da lombardo  – ha continuato Rossi – sento particolarmente vicino anche perché offre un palcoscenico speciale alle realtà produttive della nostra regione, dove sono nati marchi che hanno fatto la storia del motociclismo, come la Moto Guzzi e la MV Agusta, e dove risiedono aziende che rappresentano l’eccellenza del settore”

Alla presentazione della 76esima edizione dell’Esposizione Internazionale del Ciclo, Motociclo e Accessori è intervenuto anche il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla ricerca, innovazione, università, export e internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala che ha affermato: “Nel nostro piano regionale Ricerca e Innovazione hanno un ruolo fondamentale e sono anche due componenti strategiche, insieme alla tradizione, delle imprese che producono cicli e motocicli. E’ una formula vincente. Grazie a Eicma si è sviluppato un indotto che consente a moltissime aziende di collaborare con partner e fornitori di aziende del comparto. In un momento caratterizzato dal fatto che il ciclo ha vissuto un periodo di crisi, la componente innovazione e questa grande manifestazione che mette la Lombardia al centro del mondo, costituiscono un’opportunità straordinaria per favorire la crescita. E, come sempre, Regione Lombardia sarà al fianco delle imprese“. 

L’industria delle due ruote impiega circa 20.000 dipendenti e fattura oltre 5 miliardi di euro. La produzione italiana di biciclette (2,3 milioni di unità) e motocicli (300.000 esemplari) occupa il primo posto a livello europeo. Nel nostro Paese operano nel settore circa 5.000 punti vendita e il commercio di bici, moto, ciclomotori, scooter, componenti e accessori – considerando anche l’indotto – dà lavoro a circa 60.000 addetti.

Su