Milano, premiati gli studenti della Scuola media Giovanni Vailati di Crema sequestrati sul pullman con il ‘Sigillo Longobardo’

Il governatore lombardo Attilio Fontana e il presidente del Consiglio regionale lombardo Alessandro Fermi hanno consegnato l’onorificenza del Sigillo Longobardo a Palazzo Pirelli 

MILANO – “Un riconoscimento per la capacità di aver mantenuto un comportamento equilibrato, di aver combattuto insieme, sostenendovi reciprocamente e dimostrando di essere una bella squadra.  Una prova concreta di valorizzazione di quei principi di civismo che dovrebbero essere alla base di tutta la nostra società”. Il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha sintetizzato in queste parole il senso della cerimonia organizzata oggi in Aula consigliare per premiare i ragazzi, gli insegnanti, il personale della scuola e le Forze dell’Ordine.
A loro, il governatore e il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi hanno consegnato il ‘Sigillo longobardo’, l’onorificenza che il ‘Parlamento’ lombardo attribuisce a quelle personalità che “con il loro operato arricchiscono il patrimonio morale e civile della nostra Regione”.
Il presidente della Regione, prendendo la parola, ha voluto ringraziare anche gli insegnanti e le famiglie “che vi hanno dato dei sani e giusti principi, in base ai quali avete saputo reagire”. E poi i complimenti ai ragazzi. “Non vi siete fatti prendere dal panico – ha sottolineato – e siete riusciti a reagire insieme, da veri amici. Avete saputo mettere a frutto i valori che vi sono stati trasmessi, e questo ci fa sperare che ci siano tanti giovani come voi che potranno darci speranza per il futuro”. 
E poi il grazie alle Forze dell’Ordine “che si sono assunte responsabilità prendendosi dei rischi” e a tutti i soccorritori “che sono prontamente intervenuti”.

Da parte sua il presidente del Consiglio regionale lombardo Alessandro Fermi introducendo questa mattina in Aula consiliare la cerimonia dedicata ai ragazzi della Scuola media Giovanni Vailati di Crema, sequestrati lo scorso 20 marzo sul bus nei pressi del Comune di San Donatoha detto:  “Ringrazio i vostri genitori, per avervi permesso di essere qui, ringrazio gli insegnanti che vi hanno accompagnato, in particolare il professor Cadei, in rappresentata del dirigente scolastico della Scuola Vailati di Crema. Insegnanti e genitori che sicuramente devono avere anch’essi qualche titolo di merito se sono riusciti ad educarvi così bene. Vi abbiamo invitato per testimoniarvi il nostro apprezzamento per il vostro comportamento solidale e coraggioso. E’ normale avere paura davanti ad un evento drammatico, ma riuscire a controllare la paura è difficile e voi ci siete riusciti: siete stati uniti di fronte al pericolo, vi siete idealmente presi tutti per mano e avete reagito con intelligenza, senza lasciarvi dominare dal panico. Il vostro spirito di gruppo e la vostra amicizia hanno permesso che tutto finisse per il meglio. Ci avete dato una lezione importante, interpretando al meglio il vero spirito e la vera anima di questa regione, basata sull’intraprendenza e il coraggio, ma anche sulla reciproca solidarietà e sulla capacità di aiutarsi l’un con l’altro. Bravi ragazzi, le nostre istituzioni sono profondamente orgogliose di voi”.

Studenti premiati

“Un pericolo evitato non solo grazie al vostro comportamento ma anche all’aiuto dei Carabinieri –ha aggiunto il presidente del Consiglio regionale-.  Anche a loro va la nostra riconoscenza per la professionalità dimostrata quel giorno e per tutto quello che fanno quotidianamente per la nostra comunità”.

Giunta regionale lombarda

Oltre ai 51 studenti delle classi 2ª A e B coinvolti, erano presenti i professori Alessandro Cadei e Giacomo Andrico, e l’operatrice scolastica Tiziana Magarini. Presenti anche i sindaci di Crema Stefania Bonaldi e di San Donato Milanese Andrea Checchi , il tenente colonnello Paolo Abrate comandante dell’Arma dei Carabinieri di Milano e l’amministratore delegato di Trenord Marco Piuri insieme al presidente Andrea Gibelli; per l’occasione, Trenord ha messo a disposizione della delegazione scolastica un vagone in esclusiva per il tragitto in treno da Crema a Milano e ritorno.
Nel corso della cerimonia, alla quale è intervenuto anche il presidente della Giunta regionale, il presidente del Consiglio regionale ha consegnato ai ragazzi e ai loro insegnanti il Sigillo Longobardo, l’onorificenza che il Consiglio regionale attribuisce a quelle personalità che “con il loro operato arricchiscono il patrimonio morale e civile della nostra Regione”.

 

Su