Milano, nuovo Pronto soccorso all’ospedale San Paolo

MILANO – “Sono molto orgoglioso di inaugurare il nuovo Pronto soccorso di uno degli ospedali pubblici più importanti di Milano che nel 2018 ha fornito quasi 80.000 prestazioni ai 75.000 pazienti all’anno che accedono alla struttura”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo all’inaugurazione del nuovo Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo di Milano, insieme al vicepresidente Fabrizio Sala, all’assessore al Welfare Giulio Gallera e al direttore generale dell’Asst ‘Santi Paolo e Carlo’, Matteo Stocco.

Da sinistra Matteo Stocco, Attilio Fontana, Fabrizio Sala e Giulio Gallera

“Mi complimento soprattutto – ha aggiunto – per l’attenzione che è stata posta per far sentire il paziente accolto. Sappiamo tutti, perché a tutti è successo, che la condizione psicologica ed emotiva di chi si reca al Pronto Soccorso è particolarmente delicata.  Pertanto, la realizzazione di spazi che consentono il rispetto della privacy, la tempestiva e adeguata assistenza sanitaria, in un contesto dove anche la scelta dei colori delle pareti e’ orientata a rasserenare e rassicurare chi soffre è assolutamente da plaudire”.

“Fin dall’inizio della mia legislatura – ha ricordato il presidente – ho sempre sottolineato l’obiettivo di valorizzare maggiormente le nostre strutture pubbliche e lo stanziamento di 290 milioni di euro di risorse esclusivamente regionali per l’edilizia sanitaria che abbiamo realizzato quest’anno va in questa direzione. Siamo l’unica Regione che destina risorse proprie per interventi di ristrutturazione, ammodernamento e acquisto di apparecchiature sempre più all’avanguardia per rendere ancora più elevata l’eccellenza del nostro sistema sanitario”.

Visita ai reparti

“E ciò – ha proseguito Fontana – nonostante i limiti imposti da norme nazionali, che finora ci hanno tenuto le mani legate anche riguardo all’assunzione di nuovo personale, medico e infermieristico, di cui tanto hanno bisogno le nostre strutture. Non solo per tagliare le liste d’attesa e offrire un servizio piè efficiente ai cittadini, ma anche per consentire turni di lavoro regolari a chi oggi, e li ringrazio tutti, purtroppo è costretto a straordinari estenuanti. Qualcosa si è mosso e grazie a una recente modifica di una norma ieri abbiamo stanziato 12 milioni di euro per nuove assunzioni. So che non è sufficiente, per questo andrò avanti nella battaglia per l’Autonomia che è l’unico strumento per poter dare, finalmente, una risposta adeguata ai bisogni del nostro territorio”

Il nuovo pronto qualifica questa struttura di riferimento per un quartiere molto popolato di Milano – ha affermato l’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera -. Questa realizzazione coniuga l’aspetto innovativo delle attrezzature socio-sanitarie con l’attenzione nei confronti dei servizi alla persona.  In questi anni i problemi legati alla costruzione del pronto soccorso non sono certo mancati. Sono stati brillantemente superati grazie alla forza, concretezza e determinazione della Regione Lombardia e delle direzioni strategiche dell’azienda che si sono susseguite”.

Spazi più ampi e accoglienti, nuova tecnologia, maggiore sicurezza e più assistenza questi gli aspetti della struttura dedicata alle emergenze sanitarie del San Paolo.

“Una nuova struttura moderna e all’altezza di una sanità di eccellenza –  ha detto il vice presidente della Regione Lombardia, Fabrizio Sala -. L’attenzione che Regione Lombardia rivolge al settore della sanità si concretizza anche nel miglioramento e nel potenziamento delle infrastrutture per garantire ai pazienti non solo cure di altissimo livello, ma anche una ‘ospitalità’ dignitosa e appropriata”.

Nella foto in alto il momento dell’inaugurazione: da sinistra Matteo Stocco, Attilio Fontana, Fabrizio Sala e Giulio Gallera

*

*

Su