Milano, l’importanza della famiglia il tema del convegno “I figli al centro. Famiglie e mediatori insieme”

Un momento del convegno

MILANO – Si è svolto ieri a Milano il convegno “I figli al centro. Famiglie e mediatori insieme” organizzato da AIMeF, Associazione Italiana Mediatori Familiari. Il convegno si inquadra nella tre giorni di congresso nazionale di AIMeF che festeggia i 20 anni dalla nascita. Fondata il 15 ottobre 1999 l’Associazione Italiana Mediatori Familiari “AIMeF” ha raccolto negli anni oltre 2000 mediatori familiari, altamente qualificati, per operare nell’ambito della separazione dei genitori, del divorzio e dei conflitti in famiglia, promuovendone le specificità e intessendo connessioni tanto sul piano educativo, emotivo e relazionale, quanto su quello giuridico ed economico.

Il mediatore familiare è una figura professionale che, secondo la legge 4/2013, viene certificata da enti terzi come da Norma Tecnica UNI 11644 “Mediatore familiare”. I mediatori familiari AIMeF sono tutti professionisti laureati, hanno una formazione specifica post-lauream in mediazione familiare teorica e pratica minima di 320 ore (con tirocinio obbligatorio minimo di 80 ore).

Un momento del convegno

Tornando al convegno, i lavori si sono aperti con una relazione del presidente ddi AIMeF, Federica Anzini, che ha illustrato le attività di AIMeF svolte in questi 20 anni di attività. Dopo i saluti di rito degli ordini professionali degli avvocati e dei commercialisti di Milano e dell’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano, c’è stata la partecipazione politica del senatore Simone Pillon e dell’assessore regionale lombardo al Welfare Giulio Gallera. Il senatore Pillon ha ripreso i punti essenziale del disegno di legge che porta la sua firma rassicurando i mediatori familiari che apporterà tutti i correttivi necessari per migliorare il disegno di legge guardando soprattutto e principalmente ai diritti e alla difesa dei figli.

Il

La mattinata si è conclusa con una tavola rotonda che ha visto la partecipazione di Vincenza Bonsignore, Mauro Julini e Isabella Buzzi che hanno fatto una panoramica sui dati della mediazione civile e commerciale dall’ingresso dell’obbligatorietà ad oggi ed una carrellata sulle normative vigenti in tutti gli stati europei della mediazione familiare.

Nel pomeriggio si è svolta una prima tavola rotonda alla quale hanno partecipato Paola Francesca De Marchi, Thomas Del Monte, la  Orsola Arianna, Marcello Guadalupi, Anna Cattaneo e Cristina Bellini. I temi di questa tavola rotonda hanno riguardato i metodi di risoluzione delle controversie familiari e costi per la società: cosa dice l’Europa, con una analisi precisa dei punti di forza e di debolezza delle varie interpretazioni europee, i costi diretti ed indiretti del conflitto familiare e della ristrutturazione familiare, quali sono e come la famiglia affronta i costi della separazione e soprattutto come ristruttura la propria organizzazione e il proprio bilancio familiare. Anna Cattaneo, presidente della sez. IX del Tribunale di Milano ha illustrato l’esperienza milanese dello sportello informativo sulla mediazione familiare in tribunale, considerato oggi un vero e proprio punto di riferimento per le coppie che intendono separarsi.

La seconda tavola rotonda pomeridiana ha visto partecipare Silvia Alicandro, Giovanna Messere, Paola Lovati, Maria Rita Parsi, e Costanza Marzotto. Gli argomenti trattati hanno riguardato la carte dei diritti dei figli di genitori separati, la separazione dei genitori a misura dei diritti dei figli minori, le testimonianze dei figli separati e la partecipazione ai gruppi di parola per figli di genitori separati.

Argomenti di particolare interesse che hanno catturato l’attenzione di tutto il pubblico presente ma a scaldare letteralmente la platea ci hanno pensato Maria Rita Parsi e Costanza Marzotto che hanno riportato alcune toccanti testimonianze di bambini di genitori separati. Ha concluso i lavori la presidente di AIMeF, Federica Anzini, ringraziando tutti i relatori intervenuti.

I lavori continuano nella giornata di oggi con workshop e supervisioni nel lavoro dei mediatori. Il congresso si concluderà domenica con la consueta assemblea annuale dei soci.

 

Marcello Guadalupi

Su