Milano, inaugurata a Palazzo Lombardia la mostra ‘L’educazione si fa strada’

MILANO – Inaugurata dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana la mostra ‘L’educazione si fa strada’, una rassegna celebrativa per i 10 anni di Motomorphosis, associazione che avvicina i giovani alle due ruote invitandoli ad un utilizzo responsabile ed educato. Allestita presso lo ‘spazio espositivo’ di Palazzo Lombardia, la mostra – visitabile fino al 13 febbraio 2019 – propone alcune delle opere realizzate da artisti affermati, emergenti e nate dalle proposte creative ricevute dalle scuole e dalle università presso le quali Motomorphosis diffonde le tematiche dell’educazione e della sicurezza. Tra gli elementi che la connotano, anche una speciale area dedicata a un mapping digitale educativo: un’innovativa tecnologia multimediale e sensoriale che permette allo spettatore di vivere la convivenza stradale attraverso la proiezione su una motosilhouette (simbolo dell’associazione) e sull’ambiente circostante immagini, frasi, claim e molto altro.

“Da sempre nutro una grande passione per le due ruoteha commentato il presidente Fontana – e sottolineo che sul territorio lombardo si sono prodotte moto che hanno fatto la storia del motociclismo. ‘Motomorphosis’ è un’iniziativa di particolare interesse perché avvicina i giovani alle due ruote permettendone un utilizzo responsabile ed educato, invitandoli ad apprezzare i nostri meravigliosi paesaggi e a riassaporare la bellezza del condividere queste emozioni in moto”. 

“Ringrazio il presidente Attilio Fontana e Regione Lombardia – ha detto Andrea CC Ducati, presidente di Motomorphosis – e sono onorato per l’ospitalità che ci ha concesso in una sede così prestigiosa. La nostra mostra sottolinea ancora di più il valore di questo percorso educativo/formativo sul territorio nazionale”. 

L’associazione ‘Metamorphosis’ vive e si finanzia grazie allo sviluppo di progetti creativi, artistici e di design con lo scopo di realizzarli su speciali motosilhouette e caschi per poi venderli e raccogliere fondi che permettono all’associazione di autofinanziarsi e di poter svolgere tour educativi-formativi nelle scuole, dalle materne alle università. Questi tour sono sempre svolti grazie al supporto della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia Locale.

Il decimo anno di attività dell’associazione si aprirà con una prima collaborazione importante, per portare i messaggi dell’associazione a quanti più ragazzi possibile: ScuolaZoo, la Community online di studenti più grande d’Italia con oltre 6 milioni di follower, porterà il progetto di educazione stradale di Motomorphosis al di fuori dei confini lombardi. Lo farà all’interno di scuole superiori grazie al progetto R.I.S. – Rappresentanti d’Istituto ScuolaZoo: il primo network nazionale apartitico di oltre 200 Rappresentanti d’Istituto che vogliono migliorare la scuola italiana dall’interno e partendo dai ragazzi, condividendo con loro anche tematiche per renderli cittadini consapevoli in futuro.

Su