Milano, i volontari dei comuni lombardi riuniti all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli

MILANO – Sono altissime le aspettative nei riguardi dei 1.258 volontari di Servizio Civile nei Comuni lombardi riuniti all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, per i lavori della Giornata di Avvio intitolata ‘Il Servizio Civile nei Comuni: un’esperienza di cittadinanza attiva’. Lo ha ricordato l’assessore alle Politiche per la famiglia, Genitorialità e Pari opportunità della Regione Lombardia Silvia Piani introducendo il convegno con Virginio Brivio, presidente di Anci Lombardia che ha riconosciuto alla Regione un ruolo di primo piano nella diffusione dell’iniziativa.

“Vi auguro di essere utili agli altri – ha detto Silvia Piani – ma, nel contempo, che questa esperienza di cittadinanza attiva, che avete volontariamente scelto, rappresenti un’opportunità di crescita e vi aiuti ad affrontare il resto della vita, avvicinandovi al mondo del lavoro. Instilli in voi il rispetto delle persone e delle regole e vi dia modo soprattutto di essere consapevoli di far parte integrante di una comunità”.

I volontari saranno impiegati in cinque ambiti di intervento: nell’assistenza alle persone, in particolare quelle maggiormente vulnerabili e fragili, quali minori, disabili ed anziani; nel mondo della cultura, lavorando nelle biblioteche e nei musei, tra iniziative ed eventi; nell’educazione, all’interno di scuole o in strutture ricreative di minori ed anziani; nell’ambiente, all’interno di parchi e oasi protette e di educazione ambientale nelle scuole e alla cittadinanza ed infine nel campo della protezione civile, a fianco degli operatori nella gestione delle attività istituzionali e nell’educazione alla prevenzione.

Grazie a voi – ha ricordato l’assessore Piani – sarà possibile fornire servizi maggiormente qualificati ed il vostro contributo garantirà quel valore aggiunto che non è sempre possibile assicurare. Porterete infatti entusiasmo, spirito innovativo, conoscenze all’interno delle istituzioni pubbliche e private”. 

C’è bisogno di giovani nella società a tutti i livelli – ha concluso Silvia Piani – e particolarmente negli enti pubblici. Siate pertanto, ovunque vi troverete collocati, prima di tutto voi stessi e non abbiate paura nel proporre e proporvi. È dalla partecipazione attiva che nascerà il futuro della nostra società. Da voi ci aspettiamo persone consapevoli, attente ai bisogni altrui e pronte a trovare le soluzioni dei problemi nei giusti momenti”.

 

Su