Milano, commercialisti a convegno per parlare della Manovra fiscale 2019

All'importante forum che si è svolto al Teatro Carcano hanno partecipato l’onorevole Stefano Buffagni, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed il direttore regionale della Lombardia dell’Agenzia delle Entrate  Cinzia Romagnolo

Oltre 900 commercialisti milanesi si sono radunati al Teatro Carcano di Milano per affrontare il tema della Manovra fiscale 2019. Altri 600 commercialisti milanesi hanno potuto partecipare attraverso una diretta streaming mentre 19 ordini territoriali, tra cui l’Ordine di Roma, avevano le loro sedi collegate.

Un evento richiesto e molto atteso dai nostri iscritti – ci ha riferito Marcella Caradonna, presidente dell’Ordine di Milano – e di una portata eccezionale grazie anche alla presenza delle personalità e dei relatori di assoluto rilievo”.

Oltre ad illustri relatori sono intervenuti l’onorevole Stefano Buffagni, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed il direttore regionale della Lombardia dell’Agenzia delle Entrate  Cinzia Romagnolo.

Infrastrutture, semplificazione e riduzione della burocrazia” sono le tre parole chiave che hanno caratterizzato l’intervento di Buffagni che ha tenuto a ribadire la disponibilità del governo all’ascolto e al confronto a condizione che ciò avvenga in un clima meno conflittuale. “Questo governo proseguirà – ha affermato – sulla eliminazione di quegli adempimenti inutili segnalati dagli operatori economici come il riporto delle perdite e lo split payment, ed abbiamo alzato le soglie degli affidamenti diretti per far ripartire le attività negli enti pubblici.”

Il direttore regionale della Lombardia dell’Agenzia delle Entrate Cinzia Romagnolo ha invece enfatizzato il ruolo degli ordini professionali etichettandoli come “mediatori culturali” tra il fisco e gli imprenditori ringraziandoli per il lavoro di “alfabetizzazione” che stanno svolgendo con grande sacrificio ed in un quadro normativo sempre più complesso. Ha inoltre ringraziato l’Ordine di Milano per l’organizzazione dell’evento ricordando che a livello regionale si sta lavorando per un dialogo costruttivo con i professionisti.

L’incontro è poi proseguito con gli interventi diMaurizio Leo che ha affrontato il tema della pace fiscale ed Annibale Dodero che ha delineato il nuovo regime forfetario e la flat tax.

La mattinata si è conclusa con l’intervento di Nicola Cavalluzzo che ha trattato la rivalutazione dei beni d’impresa, web tax e mini Ires.

Nel pomeriggio, oltre ai numerosi quesiti posti dai partecipanti, si è proseguito con l’intervento diDuilio Liburdi che ha affrontato la definizione del PVC e la sanatoria “saldo e stralcio degli omessi versamenti”.

Emanuele Pisati è intervenuto sul tema delle semplificazioni ed esoneri per l’avvio della fatturazione elettronica e adempimenti contabili IVA e detrazione dal 1 gennaio 2019.

Alessandro Pratesi ha proseguito con l’estromissione agevolata dei beni strumentali e riporto delle perdite per i soggetti Irpef

L’avvocato Fabio Pace ha affrontato il tema della definizione agevolata delle pendenze fiscali e regolarizzazione delle irregolarità formali

In conclusione Giancarlo Modolo ha affrontato la cedolare secca sugli immobili strumentali, deducibilità IMU e la rivalutazione dei terreni e partecipazioni.

 

Marcello Guadalupi

Su