Milano, al Teatro della Contraddizione “Cafè Berlin” rievoca l’avvento del nazismo

cafeberlin

Siamo a Berlino, nel periodo a cavallo tra la Repubblica di Weimar e l’avvento del nazismo tra balli, canti, reggicalze e vestitini succinti. Il pubblico è accompagnato da una sorta di silenziosa voce narrante, un misto tra un profeta illuminato e un poeta visionario: Kurt Tucholski, voce della repubblica di Weimar, traccia del percorso di questo spettacolo, figura emblematica di quel tempo e forse anche del nostro.

«Siamo a Berlino, nel periodo a cavallo tra la Repubblica di Weimar e l’avvento del nazismo», spiega il regista di questo spettacolo del Teatro della Contraddizione. «Siamo in quei kaffè dove la decadenza si aggrappa alle pareti – continua Marco Maria Linzi –  dove la musica zoppica a ritmo del disagio che si mastica e della diversità che si beve. O forse non siamo né a Berlino né a Milano, né nei primi del Novecento né nei primi del Duemila. Non ci siamo e basta, sospesi, sbattuti, gravitanti in uno spazio che diventa un gioco di specchi…cafeberlin1

Café Berlin è abitato da personaggi che oscillano tra essere qui ed essere altrove, tra essere nella propria Prigione/Rifugio e nel Bordello/Desiderio. Tra balli, canti, reggicalze e vestitini succinti. Tra sprofondamenti e lingue che inumidiscono labbra protratte verso il peggior offerente.

Sul pubblico vive una sorta di silenziosa voce narrante, un misto tra un profeta illuminato e un poeta visionario: Kurt Tucholski, voce della repubblica di Weimar, traccia del percorso di questo spettacolo, figura emblematica di quel tempo e forse anche del nostro, simbolo dell’utopia dell’arte, di quella che prova ad essere utile. “Uno che ha fallito, ma con gusto”».

La Compagnia Teatro della Contraddizione nasce nel 1993 in seguito al sodalizio artistico stretto tra il regista Marco Maria Linzi e le attrici Sabrina Faroldi e Micaela Brignone. La compagnia si dedica alla produzione di spettacoli (23 allestimenti dal ‘93 ad oggi) e alla didattica attraverso l’istituzione di una Scuola d’Arte Teatrale. Nel 2009 la compagnia produce «Die Privilergierten», spettacolo vincitore del Premio «Milano per il teatro», giudicato come «Miglior spettacolo dell’anno a Milano» da una giuria popolare.

Nel 2000 la compagnia apre la sede del Teatro della Contraddizione a Milano in zona Porta Romana dove inaugura la Stagione Sperimentale Europea, stagione teatrale che ospita spettacoli di compagnie indipendenti italiane e di altri paesi e propone eventi ibridi, a metà tra performance teatrali e happening come «Balerhaus».

Dal 18 – 21 aprile e 26 aprile – 7 maggio

Teatro della Contraddizione

CAFÈ BERLIN

Di e diretto da Marco Maria Linzi

Musica composta Massimo Airoldi e Marco Maria Linzi

Con Massimo Airoldi, Stefania Apuzzo, Micaela Brignone, Fabio Brusadin, Silvia Camellini, Sabrina Faroldi, Silvia Romito, Stefano Slocovich, Stefano Tornese, Jacopo Ferrari Trecate, Eugenio Vaccaro, Giacomo Valentini, Nazaré Xavier, Giorgia Zaffanelli

In scena al Teatro della Contraddizione, via della Braida 6, Milano

Orari: mar-sab ore 20.45/ dom 16:00 – Durata: 180 minuti

Info e prenotazioni all’Elfo Puccini: 02.0066.06.06 – www.elfo.org – Prezzi: intero € 32.50 / martedì posto unico € 21.50 / rid. giovani e anziani € 17.

*

*

Su