Milano, a Palazzo Pirelli fino al 27 ottobre la mostra fotografica “Places of Decisions

I luoghi dei "palazzi" dove vengono prese le decisioni e i confronti negli scatti del fotografo Luca Zanier

MILANO – Una raccolta di immagini riferite a un unico soggetto: le Aule dove si prendono le decisioni più importanti con la comune caratteristica di essere il luogo dove le persone si riuniscono in assemblea e si confrontano. Ad essere sottolineato è così il valore della democrazia, insieme però all’esaltazione della bellezza degli ambienti attraverso una traduzione fotografica originale e unica. E’ la mostra inaugurata oggi a Palazzo Pirelli dal presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, e dal titolo “Places of Decisions”. Autore delle fotografie è Luca Zanier, pluripremiato fotografo di origine Italiana ma nato e cresciuto a Zurigo (Svizzera), che ha voluto riprendere, secondo una prospettiva del tutto personale, i più noti e autorevoli “luoghi della democrazia”: dalla sala riunioni della Confederazione Generale del Lavoro francese, progettata dall’architetto Oscar Niemeyer, agli uffici dell’Assemblea Generale e del Consiglio di Sicurezza dell’ONU a New York, oltre alle sale dell’ONU a Ginevra, fino all’Aula consiliare di Palazzo Pirelli, sede dell’Assemblea regionale lombarda.


Nella foto l’Aula del Consiglio regionale lombardo ripresa da Luca Zanier, in alto il fotografo con Raffaele Cattaneo

“Siamo particolarmente fieri di questa mostra che inserisce tra le sue opere anche un’immagine della nostra Aula, dove si tengono le sedute del Consiglio. – ha sottolineato Raffaele Cattaneo -. Il messaggio che questa foto ci restituisce è quella di un  luogo della democrazia non sfarzoso, che non incute timore o superiorità ma è luogo di servizio, di confronto e di responsabilità”.

 “Il mio scopo è riprendere i luoghi in modo inusuale, con aspirazioni estetiche alte  –spiega Luca Zanier -. Invece di assumere il punto di vista dello spettatore che guarda, io assumo, rovesciando la prospettiva, il punto di vista di un ipotetico relatore”.

Nel suo lavoro artistico, Zanier si interessa soprattutto allo spazio urbano di cui svela, nelle fotografie, prospettive inusuali su situazioni che possono sembrare conosciute. Al momento Zanier sta fotografando i più grandi rifugi nucleari privati svizzeri per mostrare a un più ampio pubblico questi spazi nascosti.

Le opere, esposte nella Sala eventi di Palazzo Pirelli (ingresso libero dal lunedì al giovedì 9-12.30 e 14-17, venerdì solo la mattina) vogliono far  riflettere sul valore della democrazia, aprendo la mente a prospettive inusuali e poco battute.

 

*

*

Su