Milano, a Natale l’architettura fa spettacolo con Home Italia

Nel capoluogo per eccellenza del design il club esclusivo di Luca Valle diventa sempre più un luogo di incontro di esperti del settore

Spazio. Luce. Ordine. Ed ecco che l’architettura diventa musica abitata. E lo sa bene Luca Valle, direttore di Home Italia, rivista quadrimestrale di arredamento. E, nell’ultimo anno, il magazine ha acquisito un valore aggiunto. È diventato un punto di riferimento per produttori e acquirenti. E stavolta è stata la volta di Home Italia Christmas Party. Perché lo scorso martedì 19 dicembre, presso l’hotel Nhow di via Tortona a Milano, Luca Valle ha presentato il quattordicesimo volume della sua rivista. Una serata all’insegna del glamour ma soprattutto dell’architettura, del design, della bellezza e della progettazione. A condurre la serata, Simona Ventura. “Home Italia è un luogo di incontro tra i migliori realizzatori di mobili di quello che è il Made il Italy e gli architetti, e comunque gli arredatori, i costruttori e i buyer internazionali. Abbiamo pertanto creato un club esclusivo dove si possono incontrare gli esperti del settore. E, in concomitanza con l’uscita di ogni numero, organizziamo momenti di incontro con il nostro Club. Una sorta di crossover tra fashion e design, ovviamente”.

Perché l’architettura è professione antica. Essa nasce dall’esigenza primaria dell’uomo di costruire manufatti che servissero alla funzione di riunirsi, abitare, pregare, esercitare il potere e, in genere, di affermarsi in un luogo attraverso segni stabili e duraturi. Ma l’architettura, sin dalle sue prime manifestazioni, si impone anche come atto artistico, e la sua funzione si riveste di bellezza e di armonia. Architettura sublime fu il tempio greco. Le straordinarie realizzazioni dell’età imperiale romana. E poi ancora, l’architettura del castello medievale, e poi dell’età romantica, e quella moderna e post-moderna. Perché architettura è bellezza. Equilibrio. Forme. Lo spazio diventa un racconto. Il rapporto tra materiali e luce realizza un sistema di narrazione che rende dinamico il tema della leggerezza.

E gli architetti che collaborano per Home Italia parlano di questo – conclude Luca Valle -. Di gusto per l’eleganza. Per la perfezione pura data dall’accostamento di forme semplici. Di spettacolarità resa attraverso la semplicità della bellezza. Di viaggi attraverso culture, di emozioni, di abitudini reinterpretate, di innovazioni ma anche di sensibilità rispettate. E di lusso antinomicamente semplice. Di fatti d’arte che suscitano emozioni nel viverli e abitarli”.

Prossimo appuntamento, in occasione del FuoriSalone, quando verrà presentato il numero di aprile.

 

Alessandra Pirri

Su