Mandello Lario, motociclisti da tutto il mondo al raduno internazionale Moto Guzzi

Per l'occasione la storica azienda lombarda famosa in tutto il mondo ha presentato in anteprima mondiale i due nuovi modelli V9 Bobber Sport e la V85 TT

Migliaia di appassionati delle Moto Guzzi, sono giunti nel weekend da tutto il mondo per partecipare, nella storica sede della Casa dell’Aquila, all’annuale raduno internazionale, giunto alla 97esima edizione. Alla kermesse motoristica è intervenuto anche il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega ai Grandi eventi sportivi, Antonio Rossi.

Antonio Rossi

Appassionato di due ruote e dei modelli realizzati dal costruttore lariano, l’ex campione olimpico di canoa ha visitato l’area allestita all’interno dell’impianto, ha presenziato ad alcuni appuntamenti della manifestazione ‘Città della Moto Guzzi’ e ha visitato il museo e le linee di produzione che lo scorso anno hanno sfornato diecimila due ruote.

“Questa è una realtà che il mondo ci invidia” ha detto al termine della visita. “Con la sua produzione dà lustro alla nostra regione – ha proseguito – e ne testimonia le capacità tecniche e industriali. Con l’iniziativa Open House, che ne apre al pubblico le strutture, conferma e rinsalda il forte legame
emozionale che unisce l’azienda ai suoi numerosissimi fan, di tutte le età, sparsi nei vari continenti”. 

In conclusione della giornata, il sottosegretario Rossi ha potuto ammirare in anteprima mondiale i due nuovi modelli V9 Bobber Sport e la V85 TT che la Casa dell’Aquila ha presentato in pre’miere a Mandello per i partecipanti del raduno.

Moto Guzzi

“Sono due moto che in maniera diversa – ha commentato Rossi – interpretano il rispetto della tradizione, la passione e lo spirito di innovazione che da sempre animano i progetti realizzati dalla Casa lariana”. 

La V9 Bobber Sport promette grande divertimento di guida con fascino e stile. La V85 TT punta a soddisfare in una maniera inedita per il brand quel desiderio di viaggi in libertà che accomuna molti ‘guzzisti'”.

“Si tratta di modelli di forte appeal – ha concluso il sottosegretario Rossi – che potranno dare un contributo ai volumi produttivi di una realtà industriale che per ricadute occupazionali e notorietà è di grande importanza per il territorio lariano”.

 

Su