Lotus Cup Italia 2019, si riparte dai saliscendi del Mugello

Sono 14 le vetture che prenderanno il via sul circuito toscano per il primo round

È finalmente arrivata l’ora di riaccendere i motori per Lotus Cup Italia: il circuito del Mugello anche quest’anno segna l’inizio della stagione del trofeo tricolore ufficiale Lotus Cars promosso da PB Racing, che vedrà al via la sempre più performante Lotus Elise Cup PB-R.
Quattordici le vetture attese al via sui saliscendi del tecnico tracciato toscano, con altre che andranno poi ad aggiungersi già dal successivo appuntamento.
Dopo le ottime performance nei test invernali, occhi puntati su Matteo Deflorian che, dopo la stagione del debutto e di apprendistato nel 2018, è cresciuto notevolmente come dimostrato alla recente 24 Ore di Dubai e punta senza mezzi termini alla conquista del titolo. Suo principale antagonista sarà un altro degli alfieri che hanno difeso i colori Lotus Cars in medioriente, Nicolò Liana: il veneto, in lotta lo scorso per il successo fino all’ultima gara, ha tutte le carte in regola per essere tra i protagonisti ma dovrà vedersela con un’ampia rosa di agguerriti contendenti. Primo fra tutti il bergamasco Manuel Bissa, al rientro nella serie dopo l’apparizione lampo avvenuta due anni fa a Vallelunga, dove stupì tutti sotto la pioggia battente. Saranno della partita anche altre tre giovani: dalla Formula 4 arriva nella serie Francesco Garisto, che ha già preso la giusta confidenza con la Elise Cup PB-R nei test invernali mentre il duo targato Pellin Racing e formato da Giacomo Giubergia e Andrea Rayneriparte con l’intenzione di consolidare e migliorare quanto di buono mostrato già nella stagione scorsa.
Sempre consistente e competitivo, il bi-campione Franco Nespoli sarà il principale outsider nella lotta alla vittoria in ogni singolo round del campionato: lo svizzero, confermato in seno al team Cipriani Motorsport, non ha nascosto il suo sogno di riscrivere il suo nome nell’albo d’oro della serie e i risultati mostrati nei test invernali lo candidano senza dubbi ad un ruolo di prim’attore nella lotta all’alloro finale.
Sarà ben nutrita la classe dedicata al Trofeo Hankook, dove a spiccare è il nome di Stefano Zerbi: il brianzolo, alla sua quarta partecipazione, punta deciso a riscattare un 2018 particolarmente sfortunato e lo farà consapevole delle ottime potenzialità evidenziate comunque nella sua carriera all’interno del monomarca; a provare a mettergli i bastoni tra le ruote ci sarà uno dei veterani, il monegasco Vito Utzieri (campione nel 2013), così come Luciano Tarabini, al debutto nella serie ma non al volante della GT “Made in Lallio” grazie alle positive partecipazioni passate in Coppa Italia, e Fabio Radice, quest’ultimo (come Nespoli e Utzieri) in lotta anche per la classifica “Over 50”. Saranno invece alla prima partecipazione nel trofo, così come Garisto, anche Marco Malchiodi, Stefano Tassi e Tommaso Gelmini, tutti pronti a battagliare ma, in primis, a divertirsi nelle due gare da 25’ in programma nella giornata di domenica.

Il programma Lotus Cup Italia, all’interno del weekend targato Gruppo Peroni Race, prevede i due turni di prove libere sabato mattina (ore 9:40 e 12:40) mentre le qualifiche con successiva Superpole che decreterà lo schieramento di partenza, scatteranno alle 16:45; novità di questa stagione sarà la griglia di partenza di Gara 2, che prevederà l’inversione dei primi 8 piloti delle qualifiche. Le due gare, entrambe visibili in live streaming su www.lotuscup.it e sulla pagina Facebook Lotus Cup Italia, vedranno i piloti impegnati domenica 14 Aprile con lo start di Gara 1 previsto alle 11 mentre quello di Gara 2 alle 16:40.

Sabato sera, Franco Bobbiese condurrà una puntata speciale di Paddock TVdirettamente dal Lotus Village insieme ai piloti della serie per interviste, retroscena e molto altro, visibile in live streaming sulla pagina Facebook di Paddock TV e sull’omonimo canale YouTube; commenti a caldo con il simpatico conduttore e giornalista sportivo anche dopo le sessioni di prove libere e qualifiche.

Su