Lotus Cup Italia 2018, il 4° round nel segno di Francesco Guerra e Michael Cordini

A Monza una vittoria a testa per i due bresciani, si rivoluziona la classifica generale

Monza non si smentisce mai, e anche in Gara 1 Lotus Cup Italia 2018 le emozioni e i colpi di scena non sono mancati, tanto da rivoluzionare al termine le graduatorie provvisorie della serie.
Scattato dalla pole position per Francesco Guerra è stato un assolo, dal semaforo verde alla bandiera a scacchi, mai impensierito dai suoi avversari nell’arco dei 25 minuti di gara. Alle sue spalle, sempre in solitaria e con un ritardo di 12” sotto la bandiera a scacchi, si è classificato Michael Cordini, bravo comunque a mantenere una condotta di gara regolare senza distrazioni o rischi inutili. Alle loro spalle, la battaglia si è infiammata già dal primo giro con contatti al limite (e anche oltre) che hanno visto protagonisti soprattutto Matteo Zucchi, Matteo Deflorian e Nicolò Liana, con i primi due costretti al ritiro per le toccate più o meno forti subite durante la gara e il veneto, alla vigilia leader della classifica, penalizzato da una sosta imposta dalla Direzione Gara per il rischio di distacco del diffusore posteriore dopo la tamponata subita dal pilota bresciano della Cipriani Motorsport.

Partenza Gara 1 Lotus Cup Italia Monza 2018, in alto Michael  Cordini

Un’altra accesa lotta ha visto protagonisti Franco Nespoli e Mark Speakerwas, battaglia che si è protratta finché lo svizzero non è stato toccato e spedito in testacoda in Prima Variante mentre la argento-nera Elise della DieGi Motorsport ha chiuso in sesta piazza. Ad approfittarne è stato principalmente il duo della Pellin Racing, apparso decisamente più competitivo in gara che non sul giro secco in qualifica, vedendo così a podio il sempre solido Filippo Manassero, che ha preceduto il compagno di colori Giacomo Giubergia, quarto sotto la bandiera a scacchi. Ottimo quinto e primo degli Over 50 Vito Utzieri mentre l’austriaco Heidenhofer, risolti i problemi al cambio, ha disputato una prova più che convincente al rientro nella serie chiudendo settimo. Chiudono la Top 10 nell’ordine Giampiero Cristoni, Stefano Zerbi e Paolo Ferraresi; al traguardo, ma decisamente più staccati, anche Nicolò Liana e Fabio Radice.
Dopo aver evidenziato prestazioni incredibili al debutto nell’automobilismo sportivo, nell’ottava gara della sua carriera Michael Cordini ha ottenuto il primo successo della sua carriera e lo ha fatto a Monza in Gara 2 Lotus Cup Italia. Il diciassettenne bresciano, dopo il secondo posto conquistato nella prima manche, è riuscito ad avere la meglio su Francesco Guerra dopo una estenuante ma correttissima lotta durata dal semaforo verde alla bandiera a scacchi. Una battaglia che ha visto quali protagonisti per circa metà gara anche Nicolò Liana e Matteo Deflorian, con il primo salito poi sul terzo gradino del podio mentre il portacolori della DieGi Motorsport – apparso sotto pressione durante tutto il weekend monzese – ha dovuto abbandonare la sua Elise nell’erba della Parabolica a seguito di un errore in scalata.

Dopo il ritiro nella prima manche, non è andata meglio a Matteo Zucchi, fuori per un problema al pedale dell’acceleratore. Ancora peggio è andata al monegasco Vito Utzieri, penalizzato con un Drive Through per posizione irregolare sulla griglia di partenza, a cui è seguita la squalifica e l’esclusione dalla gara per non aver scontato la penalità. Ai piedi del podio il coriaceo Filippo Manassero, protagonista di una lotta accesa con il compagno di squadra Giacomo Giubergia: i due della Pellin Racing si sono messi alle loro spalle Mark Speakerwas, a sua volta autore di un’altra bella gara che lo ha visto nuovamente fronteggiarsi con il campione 2017 Franco Nespoli. Altro positivo risultato per Giampiero Cristoni (7°) così come per Giuseppe De Virgilio, al debutto nella serie e subito sul podio Pirelli Cup. Ha sfiorato il podio tra i gentleman Luca Silva, in pista sia nella Lotus Cup che nello Speed Championship, segno che il suo feeling con la Elise Cup PB-R va migliorandosi giro dopo giro; a chiudere, Paolo Ferraresi e Stefano Zerbi (penalizzato da un problema prima al traction control e poi a uno pneumatico).
Con i risultati di Monza cambia volto la classifica generale, che a due round dal termine vede ora al comando Francesco Guerra (DieGi Motorsport) con 154 punti, tre in più di Michael Cordini mentre Nicolò Liana, leader fino alla vigilia dell’appuntamento monzese, è ora terzo a 131 lunghezze. Tra le squadre, allunga DieGi Motorsport che ora vanta 56 lunghezze su LG Motorsport mentre tra gli Over 50 è lotta aperta tra Vito Utzieri (134), Mark Speakerwas (115) e Giampiero Cristoni (113).
Prossimo appuntamento per Lotus Cup Italia all’Autodromo “Enzo & Dino Ferrari” di Imola nel weekend del 14-16 settembre.

*

*

Su