Livio Al, l’apparecchio acustico smart

Sabato 23 marzo verrà lanciato il primo dispositivo per migliorare l’udito dotato di intelligenza artificiale per monitorare anche lo stato fisico e mentale dell’indossatore. Un passo avanti nell’assistenza ai pazienti con difficoltà motorie

L’intelligenza artificiale per migliorare l’udito e aiutare i pazienti con difficoltà motorie. Domani, 23 marzo, infatti Starkey presenterà Livio Al, il primo dispositivo acustico dotato di sensori integrati per rilevare eventuali cadute e monitorare costantemente lo stato fisico e mentale dell’indossatore.

Il prodotto, già vincitore di molti premi del settore, è il primo apparecchio Healthable (healthy and wearable) in grado, grazie ad  un sofisticato algoritmo elaborato dall’app Thrive Wellness, di controllare eventuali traumi   con la nuovissima funzione di Rilevamento e Notifica Cadute che rileva cadute ed invia istantaneamente una notifica a contatti scelti tra quelli caricati nella rubrica del dispositivo. Un grande passo avanti nella cura di anziani e pazienti con difficoltà motorie che da oggi, in caso di incidenti, potranno ricevere immediatamente soccorso senza il bisogno di richiedere fisicamente aiuto.

Oltre a queste nuove funzioni Livio AI ha anche sviluppato una delle migliori tecnologie acustiche disponibile sul mercato, Hearing Reality, in grado di ridurre di circa il 50% il brusio di fondo in ambienti particolarmente rumorosi, semplificando inoltre  significativamente lo sforzo durante l’ascolto e offrendo una migliore chiarezza del parlato.

“Oltre a una qualità del suono superiore, Livio può monitorare la salute cerebrale e del corpo del paziente in ogni momento – ha affermato in un intervento Mirella Bistocchi, amministratore delegato Starkey Italy -. Questo rende Livio molto più di un dispositivo acustico, è un aiuto non solo per sentire meglio, ma per vivere meglio e più serenamente”.

 

Raffaele Biglia

Su