L’istituto istruzione superiore Altiero Spinelli di Sesto San Giovanni celebra i suoi cinquant’anni di fondazione

Un istituto che possiede – più di ogni altra esperienza scolastica – una sua ragion d’essere proprio perché è “sestese”, compartecipe della storia industriale della  città. Un elemento comprovato dall’essere annoverato come tappa qualificante del progetto Sesto per l’Unesco a dieci anni dal restauro e dal rilancio culturale del museo storico della fonderia un tassello di quel museo dell’industria e del lavoro formato da tanti tasselli sparsi per la città.

Fin dalla sua nascita, la scuola sestese non ha mai smesso di tenere fede alla sua missione educativa, quella di essere un punto di riferimento fondamentale sul territorio per la formazione e l’educazione di cittadini responsabili, consapevoli delle proprie scelte e nel pieno possesso delle competenze richieste oggi dal mondo del lavoro o dall’università.

“In questo “cinquantesimo” guardiamo ai tempi che verranno  – dichiarano i responsabili dell’istituto – nei quali la scuola non può sottrarsi ad essere nevralgica per lo sviluppo del paese e diventare il terreno fertile nei quali far crescere i giovani del nostro paese. In questi anni – contrariamente a quanto viene percepito – il nostro istituto ha dato prova di essere performante quanto a qualità dei suoi studenti sia nel campo della ricerca che dentro il tessuto aziendale e imprenditoriale del territorio così come è certificato dalla ricerca EDUSCOPIO pubblicata recentemente dal Sole24Ore e che piazza la nostra scuola in posizioni ragguardevoli nell’ambito della provincia

La nostra comunità scolastica quindi sente tutto l’orgoglio di poter continuare ad offrire un progetto formativo di tutto rispetto sopratutto alla luce di quanto ci viene testimoniato dalle aziende che con noi stipulano convenzioni di Alternanza Scuola Lavoro o stage formativi significativi e che integrano la didattica frontale e le esperienze laboratoriali curricolari degli studenti. E in ambito universitario – l’IIS Altiero Spinelli spicca per numero di immatricolazione e sopratutto conclusione positiva del percorso di laurea sia triennale e specialistica. 

Con queste premesse guardiamo – concludono – al futuro con ottimismo consapevoli di una memoria di alunni, docenti, tecnici e collaboratori, segretari e dirigenti che hanno costruito 50 anni di lavoro educativo dentro la città di Sesto”.

Il 13 dicembre si svolgerà Open night con le scuole medie e Inaugurazione laboratorio di meccatronica fluidica con il sindaco Roberto Di Stefano

Sono stati avviati dunque gli eventi del cinquantesimo iniziando con la presenza del sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano, peraltro ex studente della scuola,  il prossimo 13 dicembre. Il primo cittadino  inaugurerà il laboratorio di meccatronica fluidica installato grazie ai fondi europei PON.  In questa circostanza si visiteranno le scuole medie del territorio che guidano l’orientamento dei loro ragazzi in vista del prossimo anno scolastico: per loro un tour dentro la scuola, un viaggio nei laboratori del liceo, dell’ITIS e dell’IPSIA per presentare il progetto formativo della scuola.  E in ultimo ci sarà una presentazione degli altri eventi in calendario per il cinquantesimo a cura del gruppo di lavoro preposto alle celebrazioni.

*

*

Su