Libriamoci, giornate di lettura nelle scuole, un successo l’edizione 2018

Oltre 3mila iniziative in Italia e all’estero, 437mila gli studenti partecipanti

Leggere, leggere e ancora leggere ad alta voce. Immergersi cosi nella lettura ad alta voce di un libro coinvolgendo appassionatamente chi ascolta, dai più piccoli ai più grandi. Questa è l’essenza di Libriamoci e la quinta edizione dell’iniziativa ha chiuso i battenti  con un bilancio davvero positivo. E parlando di numeri vanno ricordati i 437mila alunni di tutte le età che hanno partecipato alle 3093 iniziative nelle scuole di tutta Italia, da quelle dell’infanzia fino alle superiori. Ma le iniziative si sono tenute anche nelle scuole italiane all’Estero, e tante quelle spontanee non registrate nel sito ufficiale.

Durante la settimana dal 22 al 27 ottobre insegnanti, studenti e lettori volontari sono stati mobilitati dalla campagna  del Centro per il libro e la lettura, nata da un Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con #ioleggoperché. Campania, Sicilia e Puglia sono state le regioni più attive con rispettivamente 449, 378 e 337 iniziative e tra gli istituti italiani all’estero hanno partecipato, tra gli altri, quelli presenti in Arabia Saudita, Argentina e Francia.

Secondo  Romano Montroni, presidente del Centro per il libro e la lettura: “L’entusiasmo di studenti e insegnanti è una certezza: edizione dopo edizione, sappiamo di poter contare su una risposta eccezionale in termini di impegno, creatività, disponibilità. È questa la forza di Libriamoci, una propulsione speciale che riesce a raggiungere alunni di tutte le età e nei luoghi più diversi. Anche quest’anno abbiamo constatato quanta richiesta ci sia di occasioni di lettura sempre nuove e originali e la partecipazione particolarmente nutrita di scuole dell’infanzia ed elementari è il segno che la semina dell’abitudine a leggere sta procedendo nel migliore dei modi”. E sono stati tanti, ben oltre 370 i volontari per la lettura nelle classi, per quella che è stata una vera e propria festa della lettura.

Tanti i nomi prestigiosi del mondo della cultura, del giornalismo e anche attori, che hanno partecipato alle iniziative della manifestazione che ha preso il via lo scorso 19 ottobre al Teatro Argentina di Roma, con la partecipazione dell’attore e regista Pif, testimonial del 2018. Le case editrici coinvolte sono state 46. Esse hanno messo a disposizione propri autori come lettori d’eccezione nelle classi rispondendo all’appello congiunto di Ricardo Franco Levi e Romano Montroni. Mentre le città che leggono sono state 32, tra queste ricordiamo  Ancona, Borgomanero (NO), Brindisi, Camerano (AN), lì il primo cittadino o i suoi assessori sono andati nelle classi a testimoniare l’importanza della lettura e i suoi valori. Per buone pratiche, suggerimenti di lettura e progetti,  il sito www.libriamociascuola.it resta sempre attivo.

Manuelita Lupo

*

*

Su