Leone d’Oro di Venezia, premiata la scrittrice siciliana Caterina Guttadauro La Brasca

Un appuntamento che si rinnova ogni anno e premia le eccellenze ed i talenti che contribuiscono o che hanno contribuito a scrivere la storia contemporanea. Anche quest’anno a Venezia si è celebrata la pregiatissima manifestazione della Premiazione del Gran Premio Internazionale del Leone D’oro presso la Sala Polifunzionale del Palazzo della Regione del Veneto
Prestigioso riconoscimento, dove viene raffigurato Il simbolo di Venezia e della Repubblica Serenissima, il leone alato. Diverse sono state le sue nomenclature fino ad arrivare ad oggi, dove l’intento è quello di promuovere la continua ed armoniosa espressione di tutte le arti.
Dal 2007 viene aggiunto il Leone d’Oro alla Carriera, dedicato all’editoria, musica, danza, sport, comunicazione, fiction tv, programmi tv, miglior sceneggiatura cinematografica, produttori televisivi e cinematografici. Mentre nell’anno successivo nasce il Leone d’Oro per l’Imprenditoria. Dal 2009 per la sezione giovani è stata istituita l’Accademia del Leone d’Oro per le sezioni: canto, ballo, recitazione e cortometraggi. I giovani vincitori ricevono il Leone d’Argento, prestigioso Gran Premio Internazionale di Venezia a livello Mondiale.
Nel 2017, con l’istituzione del Leone d’oro per la Pace, è stato chiesto alla Fondazione Foedus, presieduta dal senatore Mario Baccini, di sostenere la selezione per attribuire questo prestigiosissimo premio. Lo stesso presidente Foedus è stato insignito del titolo di presidente onorario del Leone d’Oro per la Pace.
Diverse sono le categorie, e tra le varie spunta la premiazione della scrittrice siciliana Caterina Guttadauro La Brasca alla quale è stato assegnato la Targa Istituzionale del Leone D’oro Gran Premio Internazionale per la cultura e per le sue attività letterarie e di scrittrice.
Presenti i personaggi più rappresentativi dell’Imprenditoria, della Politica, della Cultura, dello Sport, del Cinema che hanno dato lustro all’Italia anche all’estero. Ospite d’onore è stato il presidente della Repubblica d’Albania Llir Meta.
Conosciamo meglio la scrittrice siciliana.
Caterina Guttadauro La Brasca nasce a Palermo dalla nobile famiglia del Marchesato della Cerda. Per amore, si trasferisce poco più che ventenne a Bologna dove si sposa e dove crea la sua famiglia con l’uomo che da allora condivide la sua vita. A Bologna inizia la sua carriera di scrittrice e di donna di cultura ricevendo nel tempo decine di riconoscimenti e premi sia in Italia che all’estero. Ha scritto diversi romanzi che come filo conduttore hanno la sua Sicilia e le genti che hanno popolato la sua vita e la sua storia sin da bambina.

Su