Le ragazze terribili del Team Kessel pronte per i campionati Ferrari Challenge, GT Sports Club e European Le Mans Series

Una nuova annata disfide per il team – ramo dell’omonimo gruppo fondato da Loris Kessel nel 1971 – che è felice di annunciare la partecipazione a tre importanti campionati: il Ferrari Challenge; la GT Sports Club e la European Le Mans Series, in occasione della quale Kessel è molto orgogliosa di gareggiare con un equipaggio interamente femminile, per la prima volta nella storia della  competizione.
“Non vediamo l’ora di iniziare questa nuova stagione. – commenta Ronnie Kessel – Siamo un team unito e di grande esperienza, e siamo anche molto orgogliosi della nostra nuova avventura tutta femminile.” Il primo appuntamento sarà al Ferrari Challenge – dal 1992 il più prestigioso campionato monomarca, in partenza a febbraio in Bahrain – dove Kessel competerà con un equipaggio composto dal pilota olandese Fons Scheltema e dal turco Murat Cuhadaroglu, in gara con una 488 Challenge. Le corse del Ferrari Challenge si terranno dunque a: Bahrain (BH) 16 – 17 febbraio; Valencia (ESP) 30 – 31 marzo; Red Bull Ring (AUT) 04 – 05 maggio; Le Mans (FRA) 13- 15 giugno; Nurburgring (GER) 06 – 07 luglio; Imola (ITA) 28 – 29 settembre, e si concluderanno con la finale al Mugello dal 24 al 27 ottobre.
Kessel sarà in pista anche alla European Le Mans Series – il campionato europeo articolato su corse di durata, ispirato alla prestigiosa 24 Ore di Le Mans – dove due diversi equipaggi gareggeranno su una Ferrari 488 GTE. Un team è composto dai piloti italiani Claudio Schiavoni, Andrea Piccini e Sergio Pianezzola. L’altro team, invece, sancirà una vera e propria rivoluzione per la competizione: sarà infatti la prima volta che un equipaggio interamente femminile scenderà in pista per la ELMS. Il team è composto dall’italiana Manuela Gostner (34), dalla svizzera Rahel Frey (32) e dalla danese Michelle Gatting (26), forti degli ottimi risultati conseguiti alla 24 Ore del Golfo nel dicembre scorso.
La partecipazione di questo equipaggio è resa possibile grazie al lavoro di Deborah Mayer che, spinta dalla sua passione per le macchine e le sfide, ha contribuito a dare vita a qualcosa di inedito e innovativo per il mondo delle auto. Non a caso, infatti, il team ha ricevuto il supporto ufficiale della commissione “Women In Motorsport” di FIA: con oltre 70 rappresentanti in tutto il mondo, la commissione ha come obiettivo lo sviluppo e la diffusione di iniziative che promuovano una nuova cultura nel mondo del  motorsport, capace di valorizzare e facilitare la partecipazione delle donne in tutti gli ambiti del settore.
Le gare della European Le Mans Series prenderanno il via il 13 e 14 aprile, al circuito Paul Ricard (Francia), per poi proseguire a Monza (Italia) l’11 e il 12 maggio; Barcellona (Spagna) il 20 e 21 luglio; Silverstone (Regno Unito) il 31 agosto e il 1 settembre; Spa (Belgio) il 21 e il 22 settembre; per chiudersi a Portimao (Portogallo) il 26 e il 27 ottobre.
Ad aprile, poi, si aprirà un ulteriore fronte per Kessel Racing, quando il pilota americano Stephen Earle gareggerà nella GT SPORTS CLUB sulla sua Ferrari 488 GT3. Le gare partiranno da Monza (ITA) 13 – 14 aprile; per proseguire poi a Paul Ricard (FRA) 01 – 02
giugno; Spa (BG) 20 – 21 giugno; Misano (ITA) 29 – 30 giugno e infine Barcelona (ESP) 28 – 29 settembre.

Kessel Racing, una storia di passione
È il 1971 quando Loris Kessel ha un’intuizione a Grancia, a qualche chilometro dal centro di Lugano. Il pilota svizzero – che vanta una carriera culminata in Formula 1 – si impegna a dedicarsi al mondo delle auto sportive e di lusso nel modo più ampio possibile. Un passo alla volta. Inizialmente, quindi, l’azienda si dedica alla manutenzione e all’elaborazione di vetture stradali o da competizione. Anno dopo anno, però, Loris riesce ad ampliare i propri orizzonti, tessendo contatti con i più prestigiosi brand manifatturieri, ed estende sensibilmente le attività del gruppo, soprattutto in ambito agonistico.
Nasce così Kessel Racing, il ramo che tramanda la passione e la dedizione del suo fondatore. Il Team Kessel è anche il punto di riferimento ufficiale per l’assistenza tecnica in pista: i suoi 6 camion percorrono oltre 300.000 chilometri ogni anno, trasportando 30 vetture a gareggiare in 5 campionati; le 60 persone che compongono la squadra sono in viaggio e in pista 250 giorni all’anno
in oltre 40 circuiti internazionali.
Il gruppo fondato da Kessel, e ora guidato dal figlio Ronnie, conta oggi 100 dipendenti e tre anime distinte che, insieme, danno vita a una realtà unica al mondo, dedicata agli amanti della guida, ma anche ai collezionisti più esigenti.

Su