La moda araba protagonista a Venezia

La celebre kermesse internazionale, con il meglio dell'alta moda e della creazione artistica del mondo arabo, si é tenuta in Laguna a palazzo Contarini Polignac. In passerella designer e stilisti quali Vesti l’Arte, Luce Majori, Lenka Lorandi, Speranza Couture, Elsi e Bruno Caruso

Grande successo per la prima edizione italiana dell’Arab Fashion Awards, il più importante evento internazionale dedicato alla moda araba,  che si é tenuto ieri sera,  martedì 5 settembre 2017 a Venezia, nella lussuosa cornice di  Palazzo Contarini Polignac.

L’iniziativa vuole promuovere e diffondere la conoscenza delle collezioni Ready – Couture nel panorama europeo, rafforzando lo storico legame che da secoli lega Venezia al medio oriente. L’occasione per valorizzare le eccellenze produttive della città e favorire le occasioni di business nel comparto della moda. La kermesse è promossa da Arab Fashion Council, la più famosa autorità  no-profit in rappresentanza dei ventidue paesi membri della Lega Araba, fondata nel 2006 a Londra, con quartiere generale a Dubai,  per sviluppare il segmento del fashion e dell’economia creativa nel mondo arabo. Annualmente organizza due Arab Fashion Week, a Dubai, considerate tra le cinque settimane della moda più importanti del panorama internazionale. L’evento, organizzato da Arab Fashion Council e 9M, ha visto in passerella designer di fama internazionale ed emergenti. Salutati da calorosi applausi del pubblico e degli operatori presenti, le collezioni di  Vesti l’Arte e del’ azienda veneziana Luce Majori, della stilista slovacca Lenka Lorandi, della russa Speranza Couture, la maison armena Elsi, e il fashion designer partenopeo Bruno Caruso.

Gran finale con la consegna di riconoscimenti a protagonisti del comparto moda. Hanno ricevuto le  le onorificenze, il cavalier Mario Boselli per il grande impegno nella promozione della moda italiana nel mondo, Speranza Couture in qualità di migliore designer russa in Italia nel 2017 giunta in occasione della Mostra del Cinema di Venezia e Frangivento per il designer innovativo e per il coraggio di fare impresa in Italia

*

*

Su