La Farnesina rinnova il contributo alla Missione Archeologica Italiana in Afghanistan

È stato rinnovato anche il per il 2018 il contributo della Farnesina alla Missione Archeologica Italiana in Afghanistan, che dal 1957 opera sul territorio afgano. La storica missione è diretta dall’Associazione Internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente (ISMEO) e si adopera per la formazione degli archeologi afgani e per la valorizzazione e la conservazione del patrimonio archeologico e artistico del Paese. Grazie ad accordi con l’Archaeology Institute of Afghanistan, la missione, in particolar modo, ha collaborato agli scavi dei siti buddhisti di Tepe Narenj e Qol-e Tut, nella zona di Kabul. Inoltre, grazie alla creazione di un archivio digitale, sono stati divulgati i risultati della missione.

Christian Flammia 

Su