Innovazione, presentato in Regione Lombardia il nuovo sito Ecosistema E015

L’Ecosistema E015, presentato in occasione di Expo Milano 2015, è strategico per Regione Lombardia nell’ambito degli investimenti destinati  all’Innovazione, anche per il ruolo di coordinamento della piattaforma assunto nel 2016. E015 è una iniziativa promossa da Regione Lombardia insieme con Confindustria, Camera di Commercio di Milano, Confcommercio, Assolombarda e Unione del Commercio, con il coordinamento tecnico-scientifico di Cefriel.

E015 tecnicamente è un protocollo di comunicazione standard che consente di favorire il dialogo tra diversi soggetti come siti internet e banche dati, condividere le informazioni con un linguaggio informatico standard che permette il prelievo di questi elementi e inserirli in una piattaforma consultabile sul web o tramite smartphone, qualora il servizio lo preveda”.

E’ la definizione di ‘E 015’ data dal vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università,  Export e Internazionalizzazione  delle imprese Fabrizio Sala intervenuto alla conferenza stampa ‘L’Ecosistema E015 per l’innovazione in Lombardia’.

All’incontro con i giornalisti hanno partecipato Diana Bracco, amministratore delegato di Bracco Spa e Alfonso Fuggetta, amministratore delegato e direttore scientifico di Cefriel, la società fondata nel 1988 da Marisa Bellisario e Ottorino Beltrami (allora presidente di Assolombarda) e di cui sono soci, oltre a Regione Lombardia, il Politecnico di Milano, le Università degli studi di Milano, di Milano-Bicocca e dell’Insubria.

Dopo l’apprezzamento riscosso con il ‘cruscotto salute’ che ha permesso in occasione dell’Esposizione universale di disporre in tempo reale della situazione negli ospedali, fornendo indicazioni sui tempi di attesa e su quale fosse il Pronto Soccorso più vicino al luogo in cui si trovava chi ha bisogno di cure, l’evoluzione che Regione Lombardia prevede consiste in una maggiore diffusione e utilizzo da parte dei cittadini.

Da sinistra Alfonso Fuggetta, Fabrizio Sala e Diana Bracco

“Abbiamo intenzione di promuovere l’ecosistema E015, non solo in Lombardia ma anche a livello nazionale. Ci sono delle web app sul sito  http://www.e015.regione.lombar dia.it/ che sono state apprezzate per la loro utilita’. Abbiamo intenzione di investire su questa piattaforma, in modo i cittadini possano toccare con mano quali sono le potenzialità delle applicazioni del digitale”.

Tra gli esempi pratici più recenti di applicazione dell’ecosistema E015 il vicepresidente Sala ha citato quello di ‘Ville Aperte in Brianza’, adottato dalla Provincia di Monza e Brianza: nello stesso sito internet sono disponibili le informazioni e gli aggiornamenti relativi a tutte le Ville storiche aderenti all’iniziativa.

In materia di salute, sono state integrate tre banche dati che in un’unica web app permettono di geolocalizzare gli ospedali presenti sul territorio lombardo, sapere con quali mezzi e in quanto tempo sono raggiungibili e, per ciascuno di essi, conoscere quanti sono i pazienti in attesa e con quali codici, stabilendo quindi quanto tempo sarà necessario prima di essere visitati.

In questo quadro assume una rilevante importanza la collaborazione tra pubblico e privato: “Mai come in questo settore, quello dell’Innovazione digitale – ha continuato il vicepresidente – pubblico e privato è fondamentale che collaborino. Il privato investe ma chiede ritorni in tempi brevi. Qui entra in gioco la funzione del ‘pubblico’ perché deve accompagnare e co-investire con i soggetti privati svolgendo il ruolo, essenziale, di tracciare programmi a lungo termine in modo da offrire certezze e pianificazione come chiede chi fa investimenti in tecnologia e digitalizzazione“.

“Oggi tocchiamo con mano che, grazie alla Regione Lombardia, E015, dopo il lancio negli anni dell’Expo – ha detto la presidente Bracco – continua a crescere. Ed è diventato anche un felice caso concreto di realizzazione di Smart City, che permette di integrare dati e servizi scambiati da una molteplicità di operatori pubblici e privati con l’intento di offrire agli utenti funzionalità complete, facili ed evolute. E’ una grande soddisfazione”.
Al centro,  il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Universita’, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala. A sinistra,  Alfonso Fuggetta, amministratore delegato e direttore scientifico di Cefriel. A destra,  Diana Bracco, amministratore delegato di Bracco Spa

Su